Obiettivi climatici 2020: l’impegno delle multinazionali

30 Dic 2020Sostenibilità

Negli ultimi anni, numerose multinazionali si sono impegnate per raggiungere le emissioni zero, sollecitate sia dagli investitori che dai consumatori. Nella maggior parte dei casi, però, l’obiettivo non sarà raggiunto prima della metà del secolo.

Nel 2015, alcune grandi aziende statunitensi hanno risposto alla call dell’amministrazione Obama, in relazione agli obiettivi posti dall’Accordo di Parigi, individuando nel 2020 la deadline per raggiungere obiettivi di sostenibilità a breve termine. Firmando il cosiddetto “American Business Act on Climate Pledge”, gli amministratori delegati di grandi realtà industriali come Johnson & Johnson e Pacific Gas and Electric Co., per citarne alcune, hanno sottoscritto obiettivi quinquennali multipli riguardanti energia, emissioni e rifiuti.

Essendo prossima la fine dell’anno, è ora di controllare a che punto sono.

Per poter svolgere una ricerca approfondita, ci siamo affidati al rapporto di Bloomberg Green, che ha analizzato ben 187 provvedimenti contro il #climatechange che avrebbero dovuto essere messi in atto entro il 2020. La buona notizia è che la maggior parte di essi (138) sono già stati rispettati o lo saranno entro la fine dell’anno.

La maggior parte delle aziende che hanno fatto piani quinquennali hanno promesso di ridurre le proprie emissioni di CO2 concentrandosi sulle temperature degli uffici (Scope 1) o l’utilizzo di energia rinnovabile negli stabilimenti (Scope 2). Le cosiddette emissioni “Scope 3”, che coprono le catene di approvvigionamento e i clienti di un’azienda, si sono rivelate le più difficili da abbattere, in quanto prevedono un netto cambiamento nel comportamento dei consumatori. Il rivenditore Best Buy Co., per esempio, sta cercando di ridurre i costi energetici dei clienti vendendo prodotti più efficienti dal punto di vista energetico.

Anche in Europa, come negli USA, diverse aziende stanno avanzando a grandi passi verso il 100% green: l’Oreal è riuscita a ridurre le emissioni nei suoi impianti e nei centri di distribuzione del 79% rispetto al 2005; Siemens, superando l’obiettivo iniziale (il 60%), è sulla buona strada per dimezzare la propria impronta di carbonio; Microsoft e Ikea, infine, stanno divenendo aziende carbon-negative, rimuovendo più CO2 dall’aria di quanta ne emettano.

La neutralità da CO2 sarà raggiungibile solo in decenni di grande impegno, rendendo cruciale fissare obiettivi a breve termine. Semplificando le procedure per l’acquisto da parte delle aziende dei crediti di carbonio con il sostegno finanziario ad attività ecofriendly, come la riforestazione, sarà più facile verificare i progressi e il riconoscimento da parte delle autorità preposte > vedi l’articolo: “Arbolia: l’Italia respira verde”.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

EPBD 2035: Ristrutturare per un Futuro Sostenibile

Presentiamo la "Direttiva europea sulle case green", parte integrante del Green Deal europeo, che si propone di trasformare gli edifici dell'UE in campioni di efficienza energetica entro il 2035. Questa normativa non solo si impegna a ridurre drasticamente le...

Plant Crossing”: L’Arte di Scambiare Piante e Semi per un Mondo Più Verde

Scopriamo insieme il mondo affascinante del "Plant Crossing", un'innovativa pratica di scambio di piante e semi che unisce appassionati di giardinaggio in una missione comune: arricchire la biodiversità e promuovere uno stile di vita sostenibile. Questo articolo...

She, Green: Il Podcast che Celebra le Donne nel Movimento Ambientalista

Il 20 febbraio ha segnato il lancio di "She, Green", un podcast innovativo prodotto da Chora Media in collaborazione con Il Bo Live, il magazine digitale dell'Università di Padova. Questa serie si dedica all'importante contributo delle donne alla salvaguardia...

Varanto: Rivoluzione Energetica nel Cuore della Finlandia

Il Futuro dello Stoccaggio Termico in Finlandia La Finlandia è all'avanguardia nella gestione sostenibile delle risorse energetiche e sta per accogliere un nuovo gigante nel campo dell'energia rinnovabile: il progetto Varanto. Situato a Vantaa, questo sarà il più...

Forum PA 2024: La Rivoluzione Digitale dei Comuni Italiani

Indagine sulla maturità digitale dei Comuni capoluogo L'Indagine sulla maturità digitale dei Comuni capoluogo, realizzata da FPA per Deda Next e presentata a FORUM PA 2024, offre un'analisi aggiornata dello stato di avanzamento delle principali amministrazioni...

Il Ruolo Cruciale dell’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

L'energy manager, un professionista chiave nell'ambito dell'efficienza energetica, trova il suo ruolo particolarmente strategico nel contesto della Pubblica Amministrazione (PA). Questa figura, emersa oltre trent'anni fa e consolidatasi nei settori industriali e nelle...

Innovazione o Illusione? Il Dibattito sul Primo Volo Transatlantico con “Carburante Verde”

Un’impresa pionieristica nel campo dell’aviazione si prepara a fare storia: Virgin Galactic prevede di attraversare l’Atlantico con un Boeing 787 alimentato esclusivamente da un mix di olii riciclati e prodotti vegetali. Tuttavia, questa mossa ha sollevato dubbi sulla...

Decreto CER: Un Passo Avanti nella Transizione Energetica

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato la pubblicazione di un decreto fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Questo provvedimento legislativo mira a stimolare la creazione e l’espansione delle Comunità Energetiche Rinnovabili...

2024: Rincari energetici? La speculazione sui prezzi non c’entra!

E’ bene chiarirlo subito e senza fraintendimenti. Nel 2024, la spesa energetica delle famiglie italiane è destinata a aumentare, ma non per scelta dei fornitori. Nulla a che vedere con le dinamiche del 2022 e le tensioni sui mercati che hanno fatto registrare prezzi...

Veronesi Protagonisti 2024: Luca De Rosa

"Crescere in modo sostenibile e coerente con i nostri valori, mettendo il Cliente al centro del nostro imprendere". L'Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power e Amministratore unico di Global Power Plus, si racconta in una intervista a Verona Network. Leggi...