Youth4Climate a Milano

8 Ott 2021Sostenibilità

Youth4climate

Youth4Climate a Milano: un incontro tra i leader mondiali e i giovani attivisti come Greta Thunberg, Vanessa Nakate e Martina Comparelli, con l’unico obiettivo di agire per il clima.

L’evento “Youth4Climate: Driving Ambition” nasce da un’intuizione dell’Italia e dell’ex ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. Per la prima volta nella storia dei negoziati sull’ambiente, i giovani, sotto il simbolo del climate change, la svedese Greta Thumberg e l’ugandese Vanessa Nakate sono passate all’azione indicando la loro ricetta contro le principali urgenze del clima per il consueto appuntamento dei “Fridays for Future” del 1° ottobre

Quasi 400 ragazzi fra i 15 e i 29 anni, in arrivo dai 197 paesi del mondo che hanno firmato la Convenzione Onu sui cambiamenti climatici, si sono incontrati a Milano dal 28 al 30 settembre 2021 per affrontare le principali urgenze e le priorità dell’azione climatica. Questo evento, organizzato dal Governo italiano, in partnership con il Regno Unito, ha dedicato i primi due giorni allo sviluppo di una dichiarazione, mentre l’ultimo giorno è stato caratterizzato da una discussione sulla dichiarazione tra i giovani delegati e i Ministri presenti alla Pre-COP26.

youth4climate

Fridays for Future, il movimento mondiale fondato da Greta Thunberg, parla di quasi 50 mila manifestanti a Milano che sabato 2 ottobre hanno attraversato il centro della città per chiedere «giustizia climatica». Nella giornata conclusiva della PreCop26 – una settimana di incontri preliminari alla conferenza delle Nazioni Unite sul clima – gli attivisti di diverse associazioni per l’ambiente, insieme a cittadini comuni arrivati da tutta Italia, hanno camminato in corteo per circa tre ore. Youth4Climate si è rivelata una modalità di scambio di idee innovativa nell’ambito di climate change, caratterizzata da incontri di alto profilo, manifestazioni e scioperi, tutti con l’unico obiettivo di costruire un dialogo intergenerazionale per l’ambiente.

Greta Thunberg

Si è iniziato con un’ospite d’eccezione, Greta Thunberg, la giovane eco-attivista a ispirare le proposte che i ragazzi hanno presentato al Pre-Cop Summit, una riunione ministeriale mondiale che si svolgerà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre. ‘’Quando parliamo di cambiamento climatico, a cosa pensiamo?”, chiede Greta Thunberg al suo pubblico. “A posti di lavoro, al green job, ai lavori verdi ed ecologici. Il cambiamento climatico non è solo una minaccia ma è soprattutto la possibilità di imparare”, ha affermato Thunberg.

Greta and Vanessa youth 4 climate milano

Green job è la soluzione proposta dal gruppo di Y4C che ha riflettuto attorno al topic ‘ripresa sostenibile’: maggior investimento sulle rinnovabili, risparmio energetico, obiettivo zero emissioni per le aziende private e chiusura dell’industria dei combustibili fossili al 2030, fermo restando che quest’ultima pone una questione rilevante sulla conversione delle skills professionali della forza lavoro attualmente impiegata. In termini di consapevolezza climatica è parso indispensabile garantire medesimo accesso a risorse, formazione e educazione. Un passo necessario per maturare una corretta consapevolezza climatica perché l’evoluzione e lo sviluppo sono una questione soprattutto culturale.

Interventi di Beppe Sala, Roberto Cingolani e Patrizio Bianchi

“I giovani -interviene Beppe Sala, sindaco di Milano – sono e continueranno a essere una forza trainante nel processo di sensibilizzazione verso i cambiamenti climatici. Avete prepotentemente chiesto la nostra attenzione sulla necessità di tutelare il pianeta e salvaguardare le prossime generazioni. E ci serve la vostra energia a tutti i livelli per supportare queste iniziative”. 

youth 4 climate milano

Sono intervenuti anche i Ministri italiani della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, e dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. E Cingolani, aprendo i lavori, ha detto: “Ascoltiamo le vostre idee e proposte perché abbiamo bisogno della vostra visione. Il cambiamento climatico e le disuguaglianze sociali vanno trattati insieme. Spero che oltre a protestare ci proporrete soluzioni”.

Y4C è il più grande laboratorio di intelligenza collettiva costruito in tempo di post pandemia: un modo del tutto disruptive e innovativo di scambio delle idee.

Questa Youth4Climate è stata una prima edizione in cui i ragazzi hanno avuto un’occasione di confrontarsi con i leader mondiali e trasmettere le loro idee e farsi sentire. “Il punto ora è allineare gli obiettivi, partendo dal divario economico, consapevoli che non esiste azione climatica giusta e trasparente senza istruzione.”, chiude Cingolani. “È tempo di tornare ad allenare il pensiero laterale”.

Perché dobbiamo agire ora?

Dalle previsioni dell’Onu emerge che il 2021 sarà testimone dell’innalzamento di CO2 più alto di tutti i tempi con le emissioni planetarie in aumento del 13% entro il 2030.

Il Ruolo Cruciale dell’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

L'energy manager, un professionista chiave nell'ambito dell'efficienza energetica, trova il suo ruolo particolarmente strategico nel contesto della Pubblica Amministrazione (PA). Questa figura, emersa oltre trent'anni fa e consolidatasi nei settori industriali e nelle...

Innovazione o Illusione? Il Dibattito sul Primo Volo Transatlantico con “Carburante Verde”

Un’impresa pionieristica nel campo dell’aviazione si prepara a fare storia: Virgin Galactic prevede di attraversare l’Atlantico con un Boeing 787 alimentato esclusivamente da un mix di olii riciclati e prodotti vegetali. Tuttavia, questa mossa ha sollevato dubbi sulla...

Decreto CER: Un Passo Avanti nella Transizione Energetica

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato la pubblicazione di un decreto fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Questo provvedimento legislativo mira a stimolare la creazione e l’espansione delle Comunità Energetiche Rinnovabili...

2024: Rincari energetici? La speculazione sui prezzi non c’entra!

E’ bene chiarirlo subito e senza fraintendimenti. Nel 2024, la spesa energetica delle famiglie italiane è destinata a aumentare, ma non per scelta dei fornitori. Nulla a che vedere con le dinamiche del 2022 e le tensioni sui mercati che hanno fatto registrare prezzi...

Veronesi Protagonisti 2024: Luca De Rosa

"Crescere in modo sostenibile e coerente con i nostri valori, mettendo il Cliente al centro del nostro imprendere". L'Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power e Amministratore unico di Global Power Plus, si racconta in una intervista a Verona Network. Leggi...

Semaforo giallo sulla fine del mercato tutelato. L’Europa ci guarda.

L'ARERA (Autorità di Regolamentazione per l'Energia, Reti e l'Ambiente), operando in conformità alle disposizioni del recente decreto energia (181/23), ha deliberato il rinvio della scadenza di chiusura del Mercato Tutelato dell'elettricità per i clienti domestici non...

Industria 5.0: Il Ritorno dell’Umanità nel Cuore dell’Automazione

L'avvento dell'Industria 4.0 ha segnato una svolta radicale nella produzione manifatturiera, introducendo l'automazione intelligente e l'interconnessione tra macchine, sistemi e persone. Oggi, mentre ci avviciniamo all'orizzonte dell'Industria 5.0, assistiamo a un...

Da “Phase Out” a “Transitioning away”… Nella COP28 il compromesso sul fossile è un gioco di parole

Il 13 dicembre la presidenza della COP28 a Dubai ha annunciato l’approvazione dell’accordo sui nuovi impegni internazionali per affrontare il cambiamento climatico. Una decisione definitiva e all’unanimità che, tuttavia, ha lasciato aperti ancora molti interrogativi...

CityTree, la parete verde che combatte l’inquinamento assorbendo CO2

In un mondo sempre più preoccupato per l’inquinamento atmosferico, una soluzione innovativa si è affermata nelle città europee per migliorare la qualità dell’aria: i pannelli CityTree, conosciuti come “mangia-smog”, hanno dimostrato di essere altamente efficaci...

Incentivi alle Comunità Energetiche Rinnovabili: Approvazione da Parte di Bruxelles

La Commissione europea ha recentemente approvato il decreto italiano volto a incentivare la diffusione dell’autoconsumo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Questo significativo passo è stato accolto con grande soddisfazione dal Ministro dell’Ambiente e della...