Verde urbano: una strategia per contrastare i cambiamenti climatici

31 Ago 2022Sostenibilità

comunità energetiche

Le metropoli e le grandi città di tutto il mondo sono un po’ come il “Centrale di Wimbledon”: il campo principale dove avrà luogo la partita più importante dei prossimi decenni, la salvaguardia dell’ambiente

La trasformazione verde delle città

Rigenerazione urbana e mobilità consapevole sono ormai argomenti di grande attualità e convergono in una rinnovata concezione di benessere che trova sostanza in stili di vita più improntati alla sostenibilità.

Elemento centrale di questa nuova visione è il verde urbano che rappresenta una delle chiavi a nostra disposizione per contrastare i cambiamenti climatici. Fortunatamente la questione riguardante i “polmoni” green, siano essi grandi parchi o piccole aiuole spartitraffico, è presa in grandissima considerazione dalle Amministrazioni territoriali e dall’Urbanistica. Non esce progetto, sia esso nuovo o di tipo rigenerativo, che non integri porzioni di natura accessibili a beneficio dell’intera comunità.

Anche l’Europa sta lavorando alacremente in questa direzione: lo dimostrano l’obiettivo fissato per il 2030 di piantumare 1.000 miliardi di alberi e le continue attività di sensibilizzazione indirizzate alle PA, riguardanti i centri urbani che superano i 20.000 abitanti, finalizzate alla creazione di “oasi” verdi per l’assorbimento di CO2.

A che punto siamo in Italia?

Il punto di partenza non è dei migliori: secondo uno studio condotto dal Sole 24 Ore, a fine 2021 solo il 7% dei Capoluoghi di Provincia dichiarava di aver elaborato un “Piano del Verde”. Considerando, poi, solo le superfici destinate aree attrezzate e aree sportive outdoor, appena il 17% delle grandi città supera la soglia di 9m2/abitante, dato minimo raccomandato dall’OMS.

Dunque, che futuro si prospetta? Fortunatamente il Governo italiano ha avviato diversi programmi sperimentali di finanziamento per la forestazione urbana. Nell’attualissimo PNRR sono stati stanziati fondi per la piantumazione di 6,6 milioni di alberi entro il 2024 nelle città metropolitane. Occorrerà comunque stabilire idonei strumenti di pianificazione, programmazione e governance in grado di gestire nel tempo il reperimento della materia prima vegetale, nonché la sinergia tra i diversi attori della filiera floro-vivaista.

Il ruolo strategico del verde urbano

Tra i mille effetti positivi, come riduzione dell’inquinamento acustico e dei rischi idrogeologici, il verde pubblico inserito in contesti cittadini migliora sensibilmente la qualità dell’aria e mitiga le isole di calore urbano. Cosa sono le isole di calore? Si tratta di un fenomeno per cui si vengono a creare delle aree più calde all’interno delle città, soprattutto in corrispondenza di superfici asfaltate o densamente edificate e trafficate.

Le recenti immagini pubblicate dall’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, fotografano alla perfezione la correlazione tra verde urbano e cambiamenti climatici. Qui sotto abbiamo scelto di confrontare Praga – 56% della superficie coperta da aree verdi – con Milano, in cui non si raggiunge il 14%.

C’è tanta voglia di verde!

Secondo un recente studio del mercato immobiliare, la vivibilità del contesto abitativo è una variabile che incide sempre più nella scelta di una casa. Un riflesso di questo lo si registra nelle dinamiche di spostamento degli abitanti che presentano un dato interessante: si sta intensificando il flusso che dalle grandi città si dirige verso città secondarie (nella maggior parte dei casi Comuni circostanti i grandi centri abitati).

Dunque, le città si svuoteranno?

Non proprio. Secondo gli esperti questo parziale allontanamento dai grandi centri abitati sarà seguito da un’ondata di riurbanizzazione nelle località che sapranno offrire le migliori condizioni di vivibilità, unite alle nuove esigenze di eco-sostenibilità.

Caro bollette energia: 120 mila aziende italiane rischiano di chiudere

Nel 2022 la spesa energetica del terziario si stima ammonterà a circa 33 miliardi di euro, tre volte rispetto al 2021. "Il nuovo governo dovrà dare risposte immediate" ha commentato Carlo Sangalli, Presidente di Confcommercio. Quanto emerge dalle stime di...

Mercato energia: continua l’impennata dei prezzi

Il termometro dei rincari energetici che ha fatto segnare a luglio un +63,47% di aumenti rispetto al mese di giugno sul prezzo della materia prima energia, ha confermato il trend al rialzo anche nel mese di agosto. Una tendenza preoccupante, soprattutto in vista...

Fotovoltaico portatile: sistemi plug&play e all-in-one

I sistemi con pannelli fotovoltaici portatili sono una soluzione semplice per avere un impianto completo senza investimenti elevati e con una modalità di installazione e utilizzo smart. In questo modo puoi contribuire ad abbattere i costi energetici della tua casa...

Crisi energetica: cosa dobbiamo aspettarci

Trovata l'intesa in UE nell'ottica di una maggiore indipendenza dalle forniture russe. Rimandata in autunno la discussione sul price cap.I Ministri dell'Energia dell'Unione Europea hanno trovato un accordo per ridurre i consumi di gas del 15%, sostenendo il fabbisogno...

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici… ma non per tutti

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici... ma non per tutti. E' il caso dei clienti GP+ che hanno scelto i servizi di Sostenibilità 360 e che hanno intrapreso un vero percorso di transizione...

Caro bollette: come risparmiare sui consumi estivi

Stiamo freschi… È arrivata l’estate e quando si parla di temperature l’essere umano sembra davvero non aver memoria. Ogni anno la stessa identica storia: “non ricordo estati così torride”, “mai fatto così caldo” e via dicendo. Quest’anno però c’è poco da scherzarci...

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...