Superbonus del 110%: ecco le condizioni

30 Lug 2020Evidenza HP, Sostenibilità

In sintesi vi illustriamo le condizioni e i limiti di accesso alle detrazioni fiscali del Decreto Rilancio 2020, convertito in legge il 16 Luglio 2020, riguardanti il Superbonus del 110% per interventi di efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici.
DETRAZIONE
110% delle spese sostenute.

SPESE AMMESSE
Spese documentate e rimaste a carico del contribuente sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021.

SOGGETTI AMMESSI

  • Condomìni;
  • Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, per gli interventi realizzati sul numero massimo di due unità immobiliari;
  • Istituti Autonomi Case Popolari (IACP) (extra time fino al 30/06/2022)
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;
  • Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale;
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

INTERVENTI “TRAINANTI”

A. Interventi di isolamento termico delle superfici opache con un’incidenza > 25 % della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo.

Tetto di spesa
La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a:

  • € 50.000,00 per gli edifici unifamiliari o le villette a schiera;
  • € 40.000,00 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio negli edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • € 30.000,00 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio negli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

B. Interventi sulle parti comuni degli edifici (CONDOMINI) per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria:

  • a condensazione;
  • a pompa di calore (compresi impianti ibridi o geotermici anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo);
  • impianti di microcogenerazione o a collettori solari;
  • nei soli comuni montani è possibile l’allaccio ai sistemi di teleriscaldamento.

Tetto di spesa
La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a:

  • € 20.000,00 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio negli edifici composti da fino a otto unità immobiliari;
  • € 15.000,00 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari;

C. Sostituzione degli impianti per riscaldamento, raffrescamento o produzione di ACS per edifici unifamiliari o unità immobiliari all’interno di edifici plurifamiliari con impianti:

  • a condensazione;
  • a pompa di calore (compresi impianti ibridi o geotermici anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo;
  • impianti di microcogenerazione o a collettori solari;
  • caldaie a biomassa;
  • nei soli comuni montani è possibile l’allaccio ai sistemi di teleriscaldamento.

Tetto di spesa
La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a € 30.000,00 (anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito).

INTERVENTI “SECONDARI”

1. Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici se eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi “trainanti” (tipologia A,B e C) o al SISMABONUS.

Note:

  • La detrazione è riconosciuta anche per l’installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici.
  • La detrazione è subordinata alla cessione in favore del GSE dell’energia non auto-consumata in sito.
  • La detrazione non è cumulabile con altri incentivi pubblici o altre forme di agevolazione di qualsiasi natura previste dalla normativa europea, nazionale e regionale, compresi i fondi di garanzia e di rotazione e gli incentivi per lo scambio sul posto

Tetto di spesa

  • Per impianto fotovoltaico: € 48.000,00 come ammontare massimo complessivo delle spese e comunque nel limite di € 2.400,00 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico.
  • Per accumulo: € 48.000,00 come massimo complessivo delle spese e comunque nel limite di € 1.000,00 per ogni kWh di capacità del sistema di accumulo.

2. Il Superbonus si applica all’installazione di impianti fotovoltaici fino a 200 kW realizzata da comunità energetiche rinnovabili costituite in forma di enti non commerciali o da parte di condomìni. L’aliquota del 110% si applica alla quota di spesa corrispondente alla potenza massima di 20 kW. Per la quota di spesa corrispondente alla potenza eccedente 20 kW, spetta la detrazione al 50% con tetto di spesa di 96mila euro.

3. Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici se eseguita congiuntamente ad almeno uno degli interventi “trainanti”(tipologia A,B e C).

4. Il superbonus 110% spetta anche a tutti gli altri interventi di efficienza energetica di cui all’articolo 14 del D.L. n. 63/2013, se svolti congiuntamente ad uno degli interventi trainanti (tipologia A, B e C) e nei relativi limiti di spesa previsti. Il superbonus 110% è riconosciuto anche se gli interventi per l’efficientamento energetico sono eseguiti attraverso la demolizione e ricostruzione dell’edificio.

SISMABONUS

Interventi per cui è previsto il Sismabonus (commi da 1-bis a 1- septies dell’articolo 16 del decreto-legge n. 63 del 2013, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 90 del 2013) ad esclusione degli edifici in zona sismica 4.
Note:

  • In caso di cessione del corrispondente credito ad un’impresa di assicurazione e di contestuale stipula di una polizza che copre il rischio di eventi calamitosi, la detrazione spetta nella misura del 90 per cento;
  • è ammessa la realizzazione di sistemi di monitoraggio strutturale continuo a fini antisismici, a condizione che sia eseguita congiuntamente a uno degli interventi di miglioramento o adeguamento sismico dell’edificio.

Tetto di spesa
La detrazione va calcolata su un ammontare complessivo di € 96.000,00 per unità immobiliare per ciascun anno.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

PNRR: energia, al via i progetti delle isole italiane

Le isole italiane diventano più sostenibili: sono 140 i progetti di sviluppo sostenibile presentati dai 13 Comuni in risposta al bando PNRR “Isole Verdi”.Lo rende noto il Ministero della Transizione ecologica ricordando che gli interventi, per un valore complessivo...

Rinnovabili: un passo indietro per guardare avanti

Reperimento di Gas in giro per il mondo, nuovi rigassificatori, riapertura delle centrali a carbone: la strada tracciata dal governo Draghi per uscire dalla dipendenza del gas russo è fossile. Un paradosso? Il tempo sentenzierà…Nel frattempo, con gli ultimi due...

De Rosa: ”Ridurre la dipendenza con i rigassificatori, le rinnovabili e normative più snelle”

“Non c’è alcun motivo logico e razionale per cui il costo dell’energia debba crescere in modo così sproporzionato: i russi non hanno chiuso le forniture, anzi, ci si finanziano la guerra all’Ucraina. L’aumento è legato sia alla speculazione che al timore di ciò che...

Tra energia e digitalizzazione: come cambiano le nostre Cantine

Vinitaly 2022, Il confronto tra l’Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power S.p.A e l’Amm. Unico di Global Power Plus e Francesco Masini, responsabile marketing e comunicazione di Vecomp, moderato da Luca Mantovani, Capodirettore di L’Arena. Sostenibilità,...

GPS sponsor di IBIMI – buildingSMART Italy

Il 19 maggio la nostra consociata Global Power Service E.S.Co. sarà presente in veste di sponsor alla 5° Edizione della Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italy, patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma, a conferma del crescente interesse delle...

GP+ e GPS partner per la transizione energetica

Global Power Plus e la consociata Global Power Service E.S.Co. supportano privati e aziende nella transizione energetica, promuovendo, tra gli altri servizi, l’installazione di sistemi fotovoltaici. Negli ultimi anni è cresciuto il numero di imprese e cittadini che...