Rincari Energia Elettrica e Gas. A che punto siamo?

28 Gen 2022Innovazione

luce gas rincari

Sono già concretamente visibili i primi effetti dei rincari energetici sulle bollette Luce e Gas di famiglie e imprese. Nella newsletter di dicembre avevamo già documentato il grido d’allarme delle Associazioni di categoria che, Confindustria in testa, segnalavano la drammaticità della situazione i cui riflessi si sarebbero fatti sentire sulla continuità delle attività produttive e sull’aumento generalizzato dei prezzi dei prodotti.

Gli aumenti

Se a pagare lo scotto maggiore sono proprio quest’ultime, anche le famiglie italiane iniziano a recepirne gli effetti.

L’ARERA (‘Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha reso noti gli aggiornamenti delle tariffe in vigore nel primo trimestre 2022 (1° gennaio – 31 marzo) in cui si registrano aumenti record del +55% per l’elettricità e del +41,8% per il gas.

Andando ad analizzare i dati del mercato elettrico e i valori raggiunti dal PUN (Prezzo Unico Nazionale, ovvero il costo all’ingrosso dell’energia alla Borsa Elettrica, riscontriamo come dai 22 €/MW di maggio 2020 si giunga ai 230 €/MW di questi giorni, passando per un dicembre che ha visto superare i 450 €/MWh in alcune ore.

Nel sito di ARERA sono riportati i prezzi spot del gas naturale al TTF (il mercato di riferimento europeo) che da gennaio a dicembre di quest’anno è aumentato di quasi il 500% (da 21 a 120 €/MWh) nei valori medi mensili), superando in alcune giornate di dicembre il valore di 180 €/MWh; nello stesso periodo, il prezzo della CO2 è più che raddoppiato, da 33 a 79 €/tCO2. L’aumento esponenziale del prezzo del gas si è immediatamente riversato sul valore del PUN (Prezzo Unico Nazionale) cioè il prezzo dell’elettricità all’ingrosso.

Gli effetti purtroppo di quella che Ferraresi definisce “Pandemia Energetica” sono già drammaticamente evidenti. Lunedì 27 dicembre Assocarta, Assofond, Assovetro e Confindustria Ceramica hanno tenuto una conferenza stampa per comunicare lo stop della produzione in tutte le aziende italiane a loro associate. “Siamo stati costretti a organizzare questa conferenza stampa durante le festività natalizie perché la situazione è drammatica, tanto che molte imprese hanno dovuto o dovranno sospendere la produzione senza possibilità di prevedere quando riaprire”, dichiarano i promotori dell’iniziativa in una nota.

Gli interventi del Governo

Il Governo ha già messo a punto un piano di stanziamento da circa 8,5 miliardi di euro (1,2 miliardi a luglio, 3,5 a ottobre e 3,8 nella legge di bilancio), nell’alveo di un piano a lungo termine che deve raggiungere i 10 miliardi annui di tagli strutturali. Gli interventi sono destinati a tutti i clienti domestici e parte delle PMI. Ulteriori fondi sono stati stanziati per le fasce economiche di consumatori più disagiate che già percepiscono il Bonus sociale.

In concreto:

  • azzeramento degli Oneri generali di sistema sulla bolletta elettrica del prossimo trimestre e forte riduzione su quella del gas;
  • riduzione dell’aliquota iva al 5% su tutto il consumo;
  • aumento per il prossimo trimestre (con una copertura di circa 912 milioni di euro) della quota di bonus sociale versata a chi ne ha diritto

Il Bonus Elettrico e Gas, l’assegno per azzerare gli aumenti

Secondo le tabelle pubblicate dall’Arera, l’ammontare della compensazione varierà in base alla numerosità familiare secondo questi criteri:

  • per i nuclei da 1-2 componenti, la compensazione nel trimestre sarà di 134,10 (che si aggiunge al bonus già percepito per l 2022 e pari a 128 euro);
  • per quelli da 3-4 componenti, la maggiorazione sarà invece pari a 163,80 euro (insieme a 151 euro già garantiti), mentre per le famiglie più numerose (oltre 4 componenti), ammonterà a 192,60 euro (da aggiungere ai 177 già previsti).

Secondo le tabelle pubblicate dall’Arera, l’ammontare della compensazione varierà in base alla numerosità familiare secondo questi criteri:

  • per i nuclei da 1-2 componenti, la compensazione nel trimestre sarà di 134,10 (che si aggiunge al bonus già percepito per l 2022 e pari a 128 euro);
  • per quelli da 3-4 componenti, la maggiorazione sarà invece pari a 163,80 euro (insieme a 151 euro già garantiti), mentre per le famiglie più numerose (oltre 4 componenti), ammonterà a 192,60 euro (da aggiungere ai 177 già previsti).

Global Power Service: continuano i lavori di riqualificazione a San Servolo

Sapevi che GP non è l’unica società del Gruppo a credere in un futuro sempre più green all’insegna della sostenibilità? La nostra consociata, Global Power Service E.S.Co., è impegnata in un importante progetto di riqualificazione energetica dell’Isola di San Servolo...

La nuova tecnologia dell’idrogeno verde è italiana

In occasione della Hannover Messe Industrytechnik è stata presentata in anteprima mondiale la nuova tecnologia AMSE (Alkaline Membrane Solid Electrolyte) per l'idrogeno green, appena brevettata. La particolarità? Non utilizza metalli preziosi e permette una produzione...

Impianti agrivoltaici: varato il nuovo decreto

Il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, ha dato il nulla osta alla proposta di decreto per promuovere la realizzazione di impianti agrivoltaici innovativi. Obiettivo dell'intervento, previsto dal PNRR, è di installare almeno...

Codice Appalti 2023: le principali novità

Pubblicato in Gazzetta il nuovo Codice degli Appalti 2023: l'ANCI pubblica il primo commento che illustra le principali novità di interesse per gli enti locali. La nuova legge sugli appalti è entrata in vigore il 1° aprile 2023, ma le sue disposizioni si applicheranno...

Nuovo DL Bollette: stanziati 4,9 miliardi di euro

Facciamo un focus sui provvedimenti riguardanti l’energia, in particolare il gas e il risparmio energetico. Il decreto proposto dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, contenente misure a sostegno di famiglie, imprese e settore sanitario contro...

Nave rigassificatrice a Piombino: un plus per l’Italia

Golar Tundra, la nave di SNAM attraccata presso il porto di Piombino (LI) ha il potenziale per trasformare 5 miliardi di mc di gas naturale liquido (GNL) all’anno. Proveniente da Singapore, ha una lunghezza di circa 300 mt e ora stazionerà presso la darsena Nord....

Green Europe: entro il 2033 edifici residenziali in classe D

Con la Direttiva Case Green, entro il 2030 gli edifici residenziali esistenti dovranno raggiungere almeno la classe energetica E; entro il 2033 la D. È quanto prevede il testo di revisione della Direttiva sulle performance energetiche degli edifici, approvato in...

Il kit fotovoltaico di GP+ per combattere le super bollette

Caro energia? Da sempre il gruppo Global Power ha creduto e investito fortemente nell’efficienza energetica: da un lato per il suo consolidato posizionamento green, dall’altro per affiancare clienti e Pubblica Amministrazione in questa fase incerta del mercato...

Stop al bonus 110: tutto quello che c’è da sapere

Cambia tutto, di nuovo, per il settore edilizio e nello specifico sui bonus fiscali: agevolazioni come il Superbonus 110% pensate per incentivare la realizzazione di determinati interventi (in particolari legati all'efficientamento energetico) non potranno più...

Buco dell’ozono: chiuso entro il 2040

Un rapporto delle Nazioni Unite afferma che lo strato di ozono si rigenererà nelle regioni polari in pochi anni. L'assottigliamento dello strato di ozono, un tempo molto temuto dagli scienziati, dovrebbe cessare completamente nella maggior parte del mondo entro 20...