Renovation Wave UE: riqualificazione energetica edifici

4 Nov 2020Sostenibilità

“Renovation Wave” è la strategia essenziale proposta dalla Commissione Europea per la ripresa post-Coronavirus, che comprende una serie di misure per promuovere la transizione ad un’economia più verde, in linea con il Green New Deal e il perseguimento dell’obiettivo della neutralità climatica entro il 2050.
Al centro del progetto troviamo l’edilizia sostenibile e le ristrutturazioni green. L’obiettivo dichiarato è quello di ristrutturare 35 milioni di edifici entro il 2030, creando fino a 160.000 posti di lavoro in più nel settore delle costruzioni.

Gli edifici sono responsabili di circa il 40% del consumo energetico dell’UE e del 36% delle emissioni di gas serra. Ma solo l’1% viene sottoposto ogni anno a ristrutturazioni efficienti dal punto di vista energetico. A ciò si aggiunge un dato grave: quasi 34 milioni di europei non possono permettersi di mantenere le proprie case riscaldate.

Si stima che il parco immobiliare dell’UE includa 220 milioni di unità immobiliari. Tenendo conto del fatto che i progetti di ristrutturazione hanno determinati tempi di consegna, le proiezioni di Bruxelles prevedono un tasso annuo di rinnovo energetico dell’1% per il 2021-2022, che dovrebbe salire all’1,2% all’anno nel 2023-2025 prima di stabilizzarsi almeno al 2% all’anno nel 2026-2029.

Il tasso di ristrutturazione, che riguarderà solo il cambio degli impianti di riscaldamento, dovrebbe raggiungere circa il 4% nel 2026-2030 sia nel settore residenziale che in quello dei servizi.

La strategia per l’efficienza energetica negli edifici adottata oggi da Bruxelles prevede incentivi per inquilini e proprietari, finanziamenti attraverso fondi come NextGenerationEU, assistenza professionale per redigere e mettere in opera progetti di ristrutturazione, supporto alla formazione per i nuovi “lavori verdi” presso le autorità nazionali e locali, espansione del mercato per materiali da costruzione sostenibili e sensibilizzazione dei cittadini per creare aree urbane organizzate a consumi energetici zero.

L’azione politica e di finanziamento ha, quindi, 3 priorità: ridurre la povertà energetica ristrutturando gli edifici con le peggiori prestazioni energetiche, efficientare gli edifici pubblici amministrativi, le scuole e gli ospedali, decarbonizzare progressivamente i sistemi di raffreddamento e riscaldamento.

Per colmare un possibile divario di investimenti, circa 275 miliardi di euro l’anno, i canali tramite cui perverranno i finanziamenti saranno il Recovery Plan, le garanzie di InvestEU e i fondi della politica di coesione.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Scuola Green: la sostenibilità va a scuola!

“Suola Green” è la nuova offerta energetica 100% verde, creata dalla nostra controllata Global Power Plus, dedicata al sistema scolastico nazionale, che prevede la fornitura di energia elettrica e gas naturale con la certificazione di provenienza al 100% da fonti...

“Too Good To Go” l’App che lotta contro lo spreco alimentare

Finalmente prende piede anche in Italia la prima app mobile che permette agli utenti di acquistare – a prezzi scontatissimi - generi alimentari freschi destinati ad essere buttati a fine giornata.Grazie ad una rete virtuosa di esercenti, sempre più in crescita a...

Arbolia: l’Italia respira verde

La forestazione è una delle soluzioni più semplici per combattere il #climatechange e pulire l’aria nei centri urbani.Piantare nuovi alberi fa bene al pianeta e ai singoli territori, perché le piante assorbono le emissioni di CO2, riequilibrano le temperature, rendono...

Obiettivi climatici 2020: l’impegno delle multinazionali

Negli ultimi anni, numerose multinazionali si sono impegnate per raggiungere le emissioni zero, sollecitate sia dagli investitori che dai consumatori. Nella maggior parte dei casi, però, l’obiettivo non sarà raggiunto prima della metà del secolo.Nel 2015, alcune...

Video: imparare dal 2020 per ripartire nel 2021

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

Video: Green Deal Europeo

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

BONUS 110%: GPS è operativa con l’offerta BE GREEN!

Al via i primi 11 Condomini e 7 abitazioni! Il BONUS 110% è una realtà concreta per i clienti di Global Power Service che, grazie a BE GREEN, possono realizzare l’efficientamento energetico di edifici di proprietà. In qualità di general contractor GPS ha già avviato...

Inventario mondiale delle piante, aggiornato dopo 50 anni

Si attendeva dal 1972 l’aggiornamento ufficiale del più grande inventario della flora mondiale, comprendente oggi più di 1,3 milioni di nomi scientifici di piante. A realizzarlo sono stati gli scienziati del giardino botanico dell’Università di Lipsia, in Germania.Il...

Italia prima in UE per i progetti sull’Ambiente

Sono 29 i progetti elaborati da team italiani approvati dalla Commissione Europea all’interno del progetto LIFE.Realizzato a partire dal 1992, LIFE è uno dei programmi “storici” dell’Unione europea. Mirato alla salvaguardia dell’habitat ambientale e della...

Rinnovabili offshore UE: sarà il Mediterraneo la culla dell’energia pulita

Fra le strategie adottate per potenziare il settore delle rinnovabili e aumentarne la capacità produttiva, quella offshore adottata dalla Commissione Europea ha come focus l’eolico e l’ambizioso obiettivo di aumentare di sei volte la produzione in mare entro il 2030 e...