Quando si potrà accendere il riscaldamento?

30 Set 2022Mondo Energia

comunità energetiche

La stretta prevista sui riscaldamenti, che non interesserà ospedali ed RSA, sarà più incisiva per i comuni che sorgono nelle aree più calde dell’Italia, e più soft per quelle più fredde.

Le nuove regole per il funzionamento degli impianti scatteranno entro questo mese, andando a modificare la regolamentazione della temperatura e dell’orario di accensione invernale attraverso un decreto ministeriale.

Il piano italiano per risparmiare

Tra le misure previste dal piano italiano per limitare gli effetti della corsa del prezzo del gas troviamo una norma che coinvolge direttamente le abitazioni e i condomini e che prevede una stretta sull’uso del riscaldamento che varia a seconda della collocazione geografica del singolo comune. La limitazione sulle tempistiche di accensione degli impianti termici sarà praticamente nulla per quelli che sorgono nelle zone montane, mentre sarà più consistente (max massimo 5 ore al giorno) per i comuni del meridione.

Italia divisa in 6 zone climatiche, scopri qual è la tua

Il Dpr 74/2013 ha suddiviso il territorio nazionale in 6 zone climatiche in base alla media delle temperature giornaliere. La zona A (comuni con gradi-giorno inferiori a 600), B (tra 600 e 900); C (tra 901 e 1400), D (tra 1401 e 2100), E (tra 2101 e 3000) ed F (comuni con gradi-giorno superiori a 3000).

X approfondire le Zone Climatiche > wikipedia.org/wiki/Classificazione_climatica_dei_comuni_italiani

Informazioni tecniche, orari e calendario
Il piano nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale prevede che i limiti di esercizio degli impianti termici siano sono ridotti di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 giorni la data di fine esercizio e di 1 ora per quanto riguarda la durata giornaliera di accensione.

Per “impianti termici” si intendono i sistemi destinati ai servizi di climatizzazione invernale degli ambienti come termosifoni, termoconvettori, condizionatori e sistemi a pompa di calore (con o senza produzione di acqua calda sanitari).
Dal piano deduciamo che: in Zona A si potrà accendere per 5 ore al giorno dal 8 dicembre al 7 marzo; in Zona B per 7 ore al giorno dall’8 dicembre al 23 marzo; in Zona C per 9 ore al giorno dal 22 novembre al 23 marzo; in zona D per 11 ore giornaliere dall’8 novembre al 7 aprile; in Zona E per 13 ore al giorno dal 22 ottobre al 7 aprile; in Zona F non sono previste limitazioni.

Fotovoltaico in condominio: c’è libertà d’azione

Il singolo condomino può montare pannelli su parti comuni dell’edificio senza dover ottenere l’ok dall’assemblea, a condizione, però, che l’impianto garantisca le condizioni di stabilità e sicurezza per il decoro architettonico del palazzo. La svolta arriva dalla...

Pnrr: 450 milioni per dare il via libera alla Hydrogen Valley

Sul sito del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica è stato pubblicato il decreto, da 450 milioni di euro, che dà il via libera alla costruzione di una valle dell'idrogeno. Questo investimento del Pnrr sostiene la produzione di idrogeno verde in aree...

Terna: il consumo di elettricità in Italia sarà di 316,8 TWh nel 2022

Domanda nazionale inferiore dell'1% rispetto al 2021, rinnovabili al 31% della domanda; la tendenza che ha caratterizzato gli ultimi mesi è proseguita a dicembre: -9,1% per tutti i consumi e -15% per gli usi industriali. Secondo i dati di Terna, che gestisce la rete...

C.E.R. – decreto di prossima emanazione

“Finalmente ci siamo. Il decreto attuativo delle Comunità Energetiche Rinnovabili è quasi pronto e sarà pubblicato nelle prossime settimane". Lo ha annunciato Vania Gava, Vice Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, in occasione del Forum dei consumatori...

Terna: Tyrrhenian link, il più grande progetto industriale italiano degli ultimi decenni

Il Tyrrhenian link è il progetto (targato TERNA) di trasmissione di energia sottomarina più importante al mondo totalmente Made in Italy. TERNA, guidata dall'amministratore delegato Stefano Donnarumma, investirà complessivamente 3,7 miliardi di euro (di cui 1,9...

Tetto al prezzo del gas, c’è l’accordo.

Quello del price cap è stato il tema più dibattuto negli ultimi mesi per l’avvento della crisi energetica. Ebbene l’Unione Europea, dopo mesi di discussione, con la quasi totalità dei membri, ha trovato la quadra politica. Lo ha fatto lunedì 19 dicembre, nel vertice...

Assemblea Anci 2022 – sintesi degli interventi di Ministri e Sottosegretari

Dal 22 al 24 novembre si è svolta l'Assemblea Annuale ANCI con un focus particolare sull'ideazione, la crescita e lo sviluppo di ambiziosi progetti e soluzioni che accrescano l’efficienza dei Comuni e il benessere dei cittadini. Riportiamo, in sintesi, gli interventi...

Cop27: la conferenza senza risposte

Si è conclusa pochi giorni fa la ventisettesima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite, la famigerata Cop27, tenutasi a Sharm el-Sheikh dal 6 al 20 novembre scorso. Com’è andata? Grande successo o clamoroso fallimento? I pareri di istituzioni, esperti e...

Comunità energetiche all’ultima curva

“Il decreto è pronto” La regolamentazione delle Comunità energetiche sta finalmente iniziando ad assumere lineamenti sempre più definiti. Un traguardo atteso da mesi che ora sembra davvero “a portata di mano”. Lo conferma lo stesso ministro dell’Ambiente e della...

Aiuti ter: il decreto che restituisce speranza

È del 17 novembre la notizia relativa la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del decreto Aiuti ter, il n. 144 del 2022, di cui potete trovare, a fondo pagina, il link che porta al testo coordinato. Il decreto contiene le misure approvate...