Outlook BP 2040: meno combustibili fossili più energia pulita!

4 Lug 2019 | Sostenibilità

L’edizione 2019 dell’Outlook di British Petroleum sull’Energia ci presenta gli scenari futuri dell’energia mondiale con un focus speciale sulla netta evoluzione del settore verso le fonti rinnovabili, a scapito, soprattutto, del carbone.

L’energia elettrica sarà sempre più green
La previsione indica che le rinnovabili saranno la prima fonte di energia elettrica nel mondo entro il 2040, superando il carbone ad un ritmo che non ha eguali nella storia.
Attualmente le fonti green forniscono circa il 10% dell’elettricità a livello globale e dovrebbero raggiungere il 20% nel 2030, per poi arrivare a sfiorare il 30% nel 2040.
Il solare, l’eolico e le altre forme di approvvigionamento sostenibili forniranno complessivamente quasi il 30% di tutta l’energia elettrica mondiale, percentuale che in Europa toccherà il 50%.
L’andamento è inverso a quello del carbone, che dal 40% attuale scenderà sotto al 30%, mentre il metano si attesterà al 20%, come l’idroelettrico e il nucleare.

Il fabbisogno di petrolio diminuirà, ma non troppo
Nel redigere i diversi scenari, BP prevede una domanda di petrolio in crescita fino al 2025-2030, che poi diminuirà progressivamente. Entro il 2040 il fabbisogno complessivo mondiale si attesterà, infatti, attorno all’80%.

Trasporti, largo all’elettrico
Per quanto riguarda la mobilità civile ed industriale (anche a guida autonoma), le previsioni confermano che nel 2040 sulle strade viaggeranno 300 milioni di auto elettriche a fianco delle auto a benzina e a gasolio, e che il metano diventerà un carburante utilizzato anche dal traffico marittimo pesante. Gli aeroplani, di contro, rimarranno legati ai combustibili di derivazione fossile come il cherosene.

Decarbonizzazione, una tassa come incentivo
BP prevede che, tra i diversi provvedimenti che saranno messi in atto per ridurre le emissioni e abbandonare i combustibili fossili, sarà creata una carbon tax che penalizzerà le aziende per ogni tonnellata di CO2 immessa in atmosfera (con un costo variabile tra i 100 e i 200 dollari/ton). Si stima che, in questo modo, la quantità di carbonio emesso nella produzione di energia elettrica potrà scendere a meno di cento grammi di anidride carbonica per kWh.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Klima Home – Nella casa sostenibile c’è l’impronta di GPS

La nostra consociata Global Power Service E.S.Co., in collaborazione con il partner EZA Srl, si occuperà della realizzazione dell’impianto fotovoltaico per il progetto Klima Home che sta vedendo la luce a Villafranca di Verona.Klima Home è un edificio residenziale ed...

Video: Il Giorno del Debito Ecologico

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

Fotovoltaico: una realtà in crescita

La popolarità dell’energia solare cresce sempre di più anche in Italia. Negli ultimi anni, l’installazione di impianti fotovoltaici ad uso industriale e privato ha subito un forte incremento, indice che rende palese la grande attenzione del nostro Paese alle tematiche...

La Green Economy in Italia

La Green Economy è un modello teorico di sviluppo economico che valuta l’impatto ambientale di ogni processo industriale generato dall’essere umano attraverso il ciclo di trasformazione delle materie prime, studiando e integrando i finanziamenti pubblici e le...

Unione Europea: investimenti sull’idrogeno per favorire la decarbonizzazione

La Commissione riunita a Bruxelles ha stilato una strategia in tre step per favorire il mercato dell’idrogeno “pulito”, facendolo diventare parte integrante del mix energetico europeo. Ad oggi la capacità installata è di circa 1 Gigawatt e il 90% dell’idrogeno è...

WE(Y) DOLCE ER: efficientamento energetico in crowdfunding

Dopo la partecipazione a RE(Y) VENEZIA, il primo intervento in Europa di riqualificazione energetica di un centro commerciale finanziato in crowdfunding, la E.S.Co. del nostro Gruppo, Gobal Power Service, ha investito nella startup WE(Y) DOLCE ER, nata dalla joint...

Superbonus del 110%: ecco le condizioni

In sintesi vi illustriamo le condizioni e i limiti di accesso alle detrazioni fiscali del Decreto Rilancio 2020, convertito in legge il 16 Luglio 2020, riguardanti il Superbonus del 110% per interventi di efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e...

Nasce “Close the Glass Loop”: piattaforma europea del vetro

"Close the Glass Loop" è una piattaforma industriale, creata da FEVE, nata per per incrementare il tasso di raccolta per il riciclo del vetro e per stabilire un programma di gestione dei materiali su scala europea.L’obiettivo dichiarato è quello di aumentare la...

Video: Green Economy Heroes

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

Green City Network: la rigenerazione urbana come stimolo all’economia

Il Green City Network o “Carta della rigenerazione urbana delle green city”, è la nuova chiave del Green Deal in Italia. Il progetto finanziato vede coinvolte 72 città e 63 esperti che punteranno sulla rigenerazione urbana, a partire dalla qualità ambientale dei...