Le auto elettriche in Europa triplicheranno entro il 2021 – Rapporto

5 Dic 2019 | Sostenibilità

Dopo diversi anni di timida crescita, le case automobilistiche dell’Unione Europea offriranno 214 modelli di auto elettriche nel 2021, rispetto ai 60 disponibili oggi, secondo i dati della fonte industriale IHS Markit.

L’analisi, pubblicata dalla ONG con sede a Bruxelles, conclude che il numero di modelli di auto triplicherà in soli tre anni a causa dell’intenso lavoro svolto dalle case automobilistiche che devono soddisfare i requisiti dell’UE per ridurre le emissioni medie delle loro flotte.

“Grazie agli standard UE sulle emissioni di CO2 delle auto, l’Europa sta per assistere a un’ondata di nuove auto elettriche, a lungo raggio e più economiche”, ha affermato Lucien Mathieu, analista dei trasporti e della mobilità elettrica di T&E.

“Questa è una buona notizia ma il lavoro non è ancora finito”, ha aggiunto. “Abbiamo bisogno che i governi aiutino a implementare la ricarica dei veicoli elettrici a casa e al lavoro, e abbiamo bisogno di modifiche alla tassazione delle auto per rendere le auto elettriche ancora più appetibili dei veicoli diesel e a benzina”.

92 modelli di auto completamente elettrici saranno lanciati sul mercato nel 2021, oltre a 118 modelli ibridi plug-in. Secondo l’analisi, entro il 2025 il 22% dei veicoli prodotti nell’UE avrà una presa elettrica, rendendo più semplice per le case automobilistiche rispettare il limite di emissioni di CO2 previsto.

I maggiori centri di produzione di auto elettriche saranno nell’Europa occidentale, guidati da Germania, Francia, Spagna e Italia. Ad est, si prevede che la Slovacchia produrrà il maggior numero di veicoli elettrici pro capite entro il 2025, seguita da Repubblica Ceca e Ungheria. L’incertezza sulla Brexit sta smorzando la prospettiva di investimenti significativi nella produzione di auto elettriche nel Regno Unito.

Alcuni dirigenti dell’industria automobilistica hanno affermato che l’incertezza sulla disponibilità di stazioni di ricarica e l’affidabilità delle batterie rendono difficile la diffusione di auto elettriche, affermando che la migliore area di investimento sarebbero i carburanti alternativi – che potrebbero funzionare con le auto esistenti (modificate). Di contro, l’analisi rileva che i piani di produzione per veicoli funzionanti con motori alternativi all’elettrico sono quasi inesistenti. Si prevede che entro il 2025 saranno prodotte solo 9.000 auto a combustibile alternativo rispetto a 4 milioni di auto elettriche. La produzione di auto a gas naturale è addirittura destinata a diminuire, rappresentando meno dell’1% dei veicoli prodotti in Europa entro la metà del 2020.

Allo stesso tempo, l’analisi rileva che la tecnologia delle batterie elettriche sta avanzando rapidamente. E’ prevista la costruzione di 16 nuovi impianti per la produzione di batterie a ioni di litio su larga scala, attivi entro il 2023, offrendo fino a 131 GWh di capacità di produzione di batterie, coprendo i 130 GWh stimati che saranno necessari per i veicoli elettrici e le stazioni di ricarica previsti in futuro tutta Europa.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Global Power cresce del 50%: verso i 243 milioni di fatturato

Leggi l'articolo in pdf de l'Arena, uscito il 10 Febbraio 2020: > Clicca qui Leggi le altre News Virtuose

Global Power si conferma fra le 50 Aziende Top del tessuto imprenditoriale veronese

Per il 5° anno consecutivo Global Power si conferma fra le 50 Aziende Top del tessuto imprenditoriale veronese. A certificarlo è l’indagine compiuta da Gruppo Athesis, Università di Verona e PwC, che ha fotografato lo stato di salute delle imprese delle province di...

La fine della maggior tutela slitta al 2022

Il primo gennaio 2022 gli utenti di forniture energetiche che ancora non saranno passati al libero mercato dovranno completare il trasferimento. La Commissione Bilancio del Senato ha fatto slittare dal 1 luglio 2020 al 1 gennaio 2022 il termine ultimo per consentire...

BlackRock sempre più green

Il colosso dei fondi di investimento ha deciso di varare una nuova strategia finanziaria, penalizzando le società quotate che non si riconvertiranno al verde. BlackRock annuncia un cambio di rotta del suo business puntando sul green ed entrando a far parte della...

Green New Deal, l’Unione Europea investirà nelle regioni che affronteranno le sfide più grandi

Presentato a Strasburgo il Just Transition Fund, cento miliardi di euro per affrontare le problematiche economiche e sociali della transizione alla green economy. Il nostro Paese punta a richiedere 4 miliardi di euro per Sardegna, Lombardia, Piemonte ed ex Ilva. Il...

Digital Green Economy

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

Buone Feste da Global Power

Leggi le altre News Virtuose

Conferenza sul clima: COP25 a Madrid dal 2 al 13 dicembre

I cambiamenti climatici al centro di COP25, il vertice sul clima organizzato dalle Nazioni Unite, che si tiene proprio in questi giorni a Madrid, durante il quale 196 tra Capi di Stato e delegazioni affrontano alcune tematiche di interesse mondiale, come la riduzione...

La rivoluzione energetica? La farà la tecnologia

Sarà la tecnologia a rivoluzionare il mix energetico. E c’è il rischio che la politica non tenga il passo dell’innovazione. Ecco la sintesi del nuovo Energy Transition Outlook di DNV GL. Che vede nel calo dei costi delle tecnologie e nella spinta delle forze di...

Le auto elettriche in Europa triplicheranno entro il 2021 – Rapporto

Dopo diversi anni di timida crescita, le case automobilistiche dell'Unione Europea offriranno 214 modelli di auto elettriche nel 2021, rispetto ai 60 disponibili oggi, secondo i dati della fonte industriale IHS Markit. L'analisi, pubblicata dalla ONG con sede a...