La ripresa economica dovrebbe puntare sul green? È una questione di tempismo

3 Apr 2020Sostenibilità

Ogni settimana che passa, la crisi economica causata dalla pandemia si fa più profonda e gli interventi per reggere il colpo diventano sempre più importanti.

Tali sconvolgimenti nelle economie mondiali sono rari. Con i governi che annunciano centinaia di miliardi di dollari in pacchetti di incentivi, molti vedono questo come un’opportunità per indirizzare gli interventi economici in modo che siano il più green possibile.

In Italia, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa afferma quanto sia necessario puntare su una produttività futura che tuteli salute e ambiente in primis, dichiarando che l’emergenza Covid-19 è una giusta opportunità “per rivedere i nostri comportamenti e ripartire con una mentalità completamente diversa”.

Il Coronavirus, secondo Costa, permette a istituzioni e famiglie di rimettere la sostenibilità al primo posto, potenziando anche le attività di riciclo. Con la campagna #ricicloincasa, il Ministero dell’Ambiente promuove una nuova logica tra i cittadini, chiamati a cambiare i paradigmi dell’usa e getta, optando per scelte consapevoli e green.

A livello globale “data la particolare situazione economica, si potrebbero fare interventi molto mirati e massivi per costruire economie solide, resilienti, inclusive e sostenibili”, ha detto alla BBC Mariana Mazzucato, professoressa di economia all’University College di Londra. In questo scenario, infatti, ci sarebbero le condizioni ideali per migliorare il trattamento dei lavoratori e ridurre le emissioni.

Gli investimenti previsti sono enormi. Il Congresso degli Stati Uniti sta prendendo in considerazione un pacchetto del valore di $ 1,8 trilioni. Sarebbero previsti prestiti a piccole imprese, incentivi a privati e un programma di salvataggio per le compagnie aeree. Ci sono anche disposizioni per destinare $ 425 miliardi a imprese in difficoltà, ma senza alcun dettaglio sulle tipologie di aziende o settori che ne potranno beneficiare. I pacchetti di incentivi dei paesi europei contengono stanziamenti simili, adeguati alle loro economie.

Alcuni esperti vedono la pandemia come un’opportunità storica per guidare il mondo in una direzione più sostenibile. Fatih Birol, direttore esecutivo dell’Agenzia Internazionale dell’Energia, preme affinchè l’energia pulita sia al centro dei piani di sviluppo per contrastare la crisi.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

PNRR: energia, al via i progetti delle isole italiane

Le isole italiane diventano più sostenibili: sono 140 i progetti di sviluppo sostenibile presentati dai 13 Comuni in risposta al bando PNRR “Isole Verdi”.Lo rende noto il Ministero della Transizione ecologica ricordando che gli interventi, per un valore complessivo...

Rinnovabili: un passo indietro per guardare avanti

Reperimento di Gas in giro per il mondo, nuovi rigassificatori, riapertura delle centrali a carbone: la strada tracciata dal governo Draghi per uscire dalla dipendenza del gas russo è fossile. Un paradosso? Il tempo sentenzierà…Nel frattempo, con gli ultimi due...

De Rosa: ”Ridurre la dipendenza con i rigassificatori, le rinnovabili e normative più snelle”

“Non c’è alcun motivo logico e razionale per cui il costo dell’energia debba crescere in modo così sproporzionato: i russi non hanno chiuso le forniture, anzi, ci si finanziano la guerra all’Ucraina. L’aumento è legato sia alla speculazione che al timore di ciò che...

Tra energia e digitalizzazione: come cambiano le nostre Cantine

Vinitaly 2022, Il confronto tra l’Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power S.p.A e l’Amm. Unico di Global Power Plus e Francesco Masini, responsabile marketing e comunicazione di Vecomp, moderato da Luca Mantovani, Capodirettore di L’Arena. Sostenibilità,...

GPS sponsor di IBIMI – buildingSMART Italy

Il 19 maggio la nostra consociata Global Power Service E.S.Co. sarà presente in veste di sponsor alla 5° Edizione della Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italy, patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma, a conferma del crescente interesse delle...

GP+ e GPS partner per la transizione energetica

Global Power Plus e la consociata Global Power Service E.S.Co. supportano privati e aziende nella transizione energetica, promuovendo, tra gli altri servizi, l’installazione di sistemi fotovoltaici. Negli ultimi anni è cresciuto il numero di imprese e cittadini che...