Idrogeno e PNRR, la vera sfida della transizione energetica parte da qui

28 Feb 2022Mondo Energia, Sostenibilità

pnrr e idrogeno

ToscanaMarcheVeneto, BasilicataEmilia-Romagna, Molise, Piemonte e ora anche la Sardegna.

E’ questa la task-force italiana delle regioni che hanno aderito alla manifestazione d’interesse del MITE per la mappatura dei siti industriali dismessi per la creazione di centri di produzione e distribuzione di idrogeno prodotto unicamente da fonti rinnovabili.

Sono 550 i milioni di euro Stanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza destinati a Regioni e Province Autonome che avranno manifestato interesse sulla base di tre parametri: produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili rispetto all’energia elettrica totale consumata, valore aggiunto nella produzione dell’industria manifatturiera, popolazione.

Entro il 30 maggio sarà effettuata la selezione dei progetti che dovranno essere finalizzati entro il 2025.

Nel frattempo, tutte le regioni interessate hanno iniziato la mappatura dei siti di interesse e contestualmente già messo in campo progetti concreti, come la città di Venezia che a marzo inaugurerà la prima stazione a idrogeno. Il Comune, infatti, potrà utilizzare gli 87 Mln stanziati dal Mims per acquistare 123 nuovi autobus di cui 90 a idrogeno e 33 elettrici.  “Venezia e il Veneto rappresentano un soggetto ideale per sviluppare un polo dell’idrogeno – ha affermato l’assessore regionale allo Sviluppo economico e all’Energia, Roberto Marcato – a partire da Venezia si potrebbero individuare altri distretti/filiere su tutto il territorio regionale ove realizzare le applicazioni in argomento fino alla creazione di una vera e propria filiera regionale dell’idrogeno”.

Anche il Piemonte ha avviato il censimento dei siti industriali dismessi individuando le aree in un’ottica di partecipazione pubblico/privato oltre che di investimenti che possano essere allettanti per le realtà economiche locali ma anche nazionali. “La possibilità di utilizzare aree dismesse per la produzione di idrogeno – afferma Alberto Cirio, Presidente Regione Piemonte – è una importante occasione di riconversione industriale, ma anche uno dei punti cardine del nostro progetto per rendere il Piemonte una delle capitali internazionali di questo settore”.

La Sardegna aveva già identificato l’idrogeno come vettore strategico del proprio “Piano energetico ambientale (Pears)” individuato come strumento virtuoso per la riconversione ad un’economia a forte impatto green. Nella regione, infatti, “sono presenti diversi siti industriali con territori idonei per lo sviluppo di progetti per la produzione, distribuzione e impiego su scala locale di idrogeno prodotto da fonti di energia rinnovabili, e che rispondono ai requisiti indicati dal Mite – ha affermato Anita Pili, Assessore Regionale Industria  – siti che presentano aree dismesse da riconvertire, un’alta densità di impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile e un’adeguata rete infrastrutturale, oltre ad essere già oggetto di alcune iniziative per la produzione e l’utilizzo di idrogeno verde in sostituzione dell’olio combustibile attualmente impiegato, favorite dalla contiguità di potenziali utenze con adeguata domanda. Ambiti che potrebbero favorire la sinergia tra i settori energetici, bilanciando l’uso di energia elettrica e gas e favorendo l’integrazione e lo sfruttamento in loco della produzione derivante dalle energie rinnovabili”.

Caro bollette energia: 120 mila aziende italiane rischiano di chiudere

Nel 2022 la spesa energetica del terziario si stima ammonterà a circa 33 miliardi di euro, tre volte rispetto al 2021. "Il nuovo governo dovrà dare risposte immediate" ha commentato Carlo Sangalli, Presidente di Confcommercio. Quanto emerge dalle stime di...

Mercato energia: continua l’impennata dei prezzi

Il termometro dei rincari energetici che ha fatto segnare a luglio un +63,47% di aumenti rispetto al mese di giugno sul prezzo della materia prima energia, ha confermato il trend al rialzo anche nel mese di agosto. Una tendenza preoccupante, soprattutto in vista...

Fotovoltaico portatile: sistemi plug&play e all-in-one

I sistemi con pannelli fotovoltaici portatili sono una soluzione semplice per avere un impianto completo senza investimenti elevati e con una modalità di installazione e utilizzo smart. In questo modo puoi contribuire ad abbattere i costi energetici della tua casa...

Verde urbano: una strategia per contrastare i cambiamenti climatici

Le metropoli e le grandi città di tutto il mondo sono un po’ come il “Centrale di Wimbledon”: il campo principale dove avrà luogo la partita più importante dei prossimi decenni, la salvaguardia dell’ambienteLa trasformazione verde delle città Rigenerazione urbana e...

Crisi energetica: cosa dobbiamo aspettarci

Trovata l'intesa in UE nell'ottica di una maggiore indipendenza dalle forniture russe. Rimandata in autunno la discussione sul price cap.I Ministri dell'Energia dell'Unione Europea hanno trovato un accordo per ridurre i consumi di gas del 15%, sostenendo il fabbisogno...

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici… ma non per tutti

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici... ma non per tutti. E' il caso dei clienti GP+ che hanno scelto i servizi di Sostenibilità 360 e che hanno intrapreso un vero percorso di transizione...

Caro bollette: come risparmiare sui consumi estivi

Stiamo freschi… È arrivata l’estate e quando si parla di temperature l’essere umano sembra davvero non aver memoria. Ogni anno la stessa identica storia: “non ricordo estati così torride”, “mai fatto così caldo” e via dicendo. Quest’anno però c’è poco da scherzarci...

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...