Global Power, De Rosa: «In primavera potremmo tornare a prezzi “normali”»

21 Dic 2021Evidenza HP, Innovazione, Mondo Energia

Global Power Consip

Luca De Rosa, ingegnere e presidente di Global Power SpA, racconta ai microfoni di www.veronaeconomia.it la sua realtà e il momento particolare che il settore dell’energia sta vivendo.

Ricondividiamo con voi l’intervista completa:

Luca De Rosa, ingegnere e presidente di Global Power SpA, racconta ai nostri microfoni la sua realtà e il difficile momento che il settore dell’energia sta vivendo, tracciando una panoramica delle cause e delle conseguenze che il rincaro dei prezzi comporta.

Fino a pochi mesi fa Lei era amministratore delegato, e ora è presidente. Si tratta di una nomina importante, partiamo da qui.

Sì la proprietà ha deciso di darmi anche questo incarico. Io ero già amministratore delegato di Global Power Spa e amministratore unico della controllata Global Power Plus, che poi è la società che per noi copre il mercato retail in Italia e quindi dal primo ottobre abbiamo anche questo nuovo onere e onore.

Affrontiamo subito il tema dell’energia: c’è una grande tensione nel mercato. Gli imprenditori sono anche un po’ preoccupati perché il prezzo dell’energia è schizzato negli ultimi mesi e questo sta rallentando molto anche l’entusiasmo che hanno le imprese nel tentare di riprendere il passo e di riguadagnare il terreno perduto. Come siamo arrivati a questa situazione, secondo lei?

Non è facile trovare elementi o cause scatenanti. Si tratta di problema che si riverbera a livello mondiale. La Cina ad esempio ha iniziato ad assorbire tantissimi carichi di LNG quindi di gas liquido, il quale detta il prezzo spot per poi definire il prezzo del gas che arriva a noi in Europa. L’Europa, come tutto il mondo occidentale in generale, ha visto una fortissima ripartenza dopo la fine del 2020. C’era la voglia di recuperare in breve tempo tutto quello che si era perduto prima. Il problema del caro energia è dato anche dalla carenza di materie prime, che determina l’aumento dei prezzi. Dunque manca la materia prima, c’è necessità di produrre energia e a questo aggiungiamo un po’ di speculazione, che non manca mai, soprattutto nel settore delle commodities. Non è escluso che le cose possano anche andar peggio se l’inverno sarà particolarmente rigido. Le indicazioni che abbiamo ci dicono che in primavera si dovrebbe attenuare questa pressione sui prezzi, soprattutto sul gas, che poi è quello che guida anche le energie.

Veniamo a Global Power: un’azienda veronese nata nel 2004 che ha saputo diversificare anche la propria proposta.

Storicamente noi nasciamo per servire la pubblica amministrazione e gli enti pubblici. Nell’ultimo anno abbiamo deciso di scendere in campo in maniera più diretta nel settore del mercato retail, vale a dire famiglie e partite Iva. Abbiamo quindi ideato Global Power Plus, una società controllata al 100% da Global Power.

Vi siete inoltre aggiudicati due lotti di alcuni bandi Consip, quindi significa che appunto riuscite a essere competitivi anche sul mercato nazionale. Questo immagino sia una grande soddisfazione.

Molto. Torniamo a essere protagonisti a livello nazionale dove siamo sempre stati e dove c’era la nostra ragione d’essere nel 2004, quindi nella fornitura alla pubblica amministrazione. Siamo ben felici di aver vinto questi due lotti insieme a player di rilevanza nazionale. Abbiamo vinto i lotti relativi al Piemonte e la Val d’Aosta e al Lazio, esclusa la zona di Roma. Quindi parliamo di circa 20mila punti potenziali da rifornire di energia elettrica e un totale di 800 milioni di kilowattora su due anni di fornitura.

Fotovoltaico in condominio: c’è libertà d’azione

Il singolo condomino può montare pannelli su parti comuni dell’edificio senza dover ottenere l’ok dall’assemblea, a condizione, però, che l’impianto garantisca le condizioni di stabilità e sicurezza per il decoro architettonico del palazzo. La svolta arriva dalla...

Pnrr: 450 milioni per dare il via libera alla Hydrogen Valley

Sul sito del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica è stato pubblicato il decreto, da 450 milioni di euro, che dà il via libera alla costruzione di una valle dell'idrogeno. Questo investimento del Pnrr sostiene la produzione di idrogeno verde in aree...

Terna: il consumo di elettricità in Italia sarà di 316,8 TWh nel 2022

Domanda nazionale inferiore dell'1% rispetto al 2021, rinnovabili al 31% della domanda; la tendenza che ha caratterizzato gli ultimi mesi è proseguita a dicembre: -9,1% per tutti i consumi e -15% per gli usi industriali. Secondo i dati di Terna, che gestisce la rete...

C.E.R. – decreto di prossima emanazione

“Finalmente ci siamo. Il decreto attuativo delle Comunità Energetiche Rinnovabili è quasi pronto e sarà pubblicato nelle prossime settimane". Lo ha annunciato Vania Gava, Vice Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, in occasione del Forum dei consumatori...

Terna: Tyrrhenian link, il più grande progetto industriale italiano degli ultimi decenni

Il Tyrrhenian link è il progetto (targato TERNA) di trasmissione di energia sottomarina più importante al mondo totalmente Made in Italy. TERNA, guidata dall'amministratore delegato Stefano Donnarumma, investirà complessivamente 3,7 miliardi di euro (di cui 1,9...

Tetto al prezzo del gas, c’è l’accordo.

Quello del price cap è stato il tema più dibattuto negli ultimi mesi per l’avvento della crisi energetica. Ebbene l’Unione Europea, dopo mesi di discussione, con la quasi totalità dei membri, ha trovato la quadra politica. Lo ha fatto lunedì 19 dicembre, nel vertice...

Assemblea Anci 2022 – sintesi degli interventi di Ministri e Sottosegretari

Dal 22 al 24 novembre si è svolta l'Assemblea Annuale ANCI con un focus particolare sull'ideazione, la crescita e lo sviluppo di ambiziosi progetti e soluzioni che accrescano l’efficienza dei Comuni e il benessere dei cittadini. Riportiamo, in sintesi, gli interventi...

Cop27: la conferenza senza risposte

Si è conclusa pochi giorni fa la ventisettesima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite, la famigerata Cop27, tenutasi a Sharm el-Sheikh dal 6 al 20 novembre scorso. Com’è andata? Grande successo o clamoroso fallimento? I pareri di istituzioni, esperti e...

Comunità energetiche all’ultima curva

“Il decreto è pronto” La regolamentazione delle Comunità energetiche sta finalmente iniziando ad assumere lineamenti sempre più definiti. Un traguardo atteso da mesi che ora sembra davvero “a portata di mano”. Lo conferma lo stesso ministro dell’Ambiente e della...

Aiuti ter: il decreto che restituisce speranza

È del 17 novembre la notizia relativa la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del decreto Aiuti ter, il n. 144 del 2022, di cui potete trovare, a fondo pagina, il link che porta al testo coordinato. Il decreto contiene le misure approvate...