Global Power, De Rosa: «In primavera potremmo tornare a prezzi “normali”»

21 Dic 2021Evidenza HP, Innovazione, Mondo Energia

Global Power Consip

Luca De Rosa, ingegnere e presidente di Global Power SpA, racconta ai microfoni di www.veronaeconomia.it la sua realtà e il momento particolare che il settore dell’energia sta vivendo.

Ricondividiamo con voi l’intervista completa:

Luca De Rosa, ingegnere e presidente di Global Power SpA, racconta ai nostri microfoni la sua realtà e il difficile momento che il settore dell’energia sta vivendo, tracciando una panoramica delle cause e delle conseguenze che il rincaro dei prezzi comporta.

Fino a pochi mesi fa Lei era amministratore delegato, e ora è presidente. Si tratta di una nomina importante, partiamo da qui.

Sì la proprietà ha deciso di darmi anche questo incarico. Io ero già amministratore delegato di Global Power Spa e amministratore unico della controllata Global Power Plus, che poi è la società che per noi copre il mercato retail in Italia e quindi dal primo ottobre abbiamo anche questo nuovo onere e onore.

Affrontiamo subito il tema dell’energia: c’è una grande tensione nel mercato. Gli imprenditori sono anche un po’ preoccupati perché il prezzo dell’energia è schizzato negli ultimi mesi e questo sta rallentando molto anche l’entusiasmo che hanno le imprese nel tentare di riprendere il passo e di riguadagnare il terreno perduto. Come siamo arrivati a questa situazione, secondo lei?

Non è facile trovare elementi o cause scatenanti. Si tratta di problema che si riverbera a livello mondiale. La Cina ad esempio ha iniziato ad assorbire tantissimi carichi di LNG quindi di gas liquido, il quale detta il prezzo spot per poi definire il prezzo del gas che arriva a noi in Europa. L’Europa, come tutto il mondo occidentale in generale, ha visto una fortissima ripartenza dopo la fine del 2020. C’era la voglia di recuperare in breve tempo tutto quello che si era perduto prima. Il problema del caro energia è dato anche dalla carenza di materie prime, che determina l’aumento dei prezzi. Dunque manca la materia prima, c’è necessità di produrre energia e a questo aggiungiamo un po’ di speculazione, che non manca mai, soprattutto nel settore delle commodities. Non è escluso che le cose possano anche andar peggio se l’inverno sarà particolarmente rigido. Le indicazioni che abbiamo ci dicono che in primavera si dovrebbe attenuare questa pressione sui prezzi, soprattutto sul gas, che poi è quello che guida anche le energie.

Veniamo a Global Power: un’azienda veronese nata nel 2004 che ha saputo diversificare anche la propria proposta.

Storicamente noi nasciamo per servire la pubblica amministrazione e gli enti pubblici. Nell’ultimo anno abbiamo deciso di scendere in campo in maniera più diretta nel settore del mercato retail, vale a dire famiglie e partite Iva. Abbiamo quindi ideato Global Power Plus, una società controllata al 100% da Global Power.

Vi siete inoltre aggiudicati due lotti di alcuni bandi Consip, quindi significa che appunto riuscite a essere competitivi anche sul mercato nazionale. Questo immagino sia una grande soddisfazione.

Molto. Torniamo a essere protagonisti a livello nazionale dove siamo sempre stati e dove c’era la nostra ragione d’essere nel 2004, quindi nella fornitura alla pubblica amministrazione. Siamo ben felici di aver vinto questi due lotti insieme a player di rilevanza nazionale. Abbiamo vinto i lotti relativi al Piemonte e la Val d’Aosta e al Lazio, esclusa la zona di Roma. Quindi parliamo di circa 20mila punti potenziali da rifornire di energia elettrica e un totale di 800 milioni di kilowattora su due anni di fornitura.

De Rosa: ”Ridurre la dipendenza con i rigassificatori, le rinnovabili e normative più snelle”

“Non c’è alcun motivo logico e razionale per cui il costo dell’energia debba crescere in modo così sproporzionato: i russi non hanno chiuso le forniture, anzi, ci si finanziano la guerra all’Ucraina. L’aumento è legato sia alla speculazione che al timore di ciò che...

Tra energia e digitalizzazione: come cambiano le nostre Cantine

Vinitaly 2022, Il confronto tra l’Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power S.p.A e l’Amm. Unico di Global Power Plus e Francesco Masini, responsabile marketing e comunicazione di Vecomp, moderato da Luca Mantovani, Capodirettore di L’Arena. Sostenibilità,...

GPS sponsor di IBIMI – buildingSMART Italy

Il 19 maggio la nostra consociata Global Power Service E.S.Co. sarà presente in veste di sponsor alla 5° Edizione della Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italy, patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma, a conferma del crescente interesse delle...

GP+ e GPS partner per la transizione energetica

Global Power Plus e la consociata Global Power Service E.S.Co. supportano privati e aziende nella transizione energetica, promuovendo, tra gli altri servizi, l’installazione di sistemi fotovoltaici. Negli ultimi anni è cresciuto il numero di imprese e cittadini che...

PNRR: oltre 800mln di € per gli Enti Pubblici

A partire dal 19 aprile 2022, ben 7.904 Comuni italiani possono candidarsi per uno dei bandi del PNRR finalizzati ad accelerare la transizione al digitale delle Pubbliche Amministrazioni italiane e chiedere i contributi per la migrazione dei propri servizi al sistema...

Mobilità elettrica, dal PNRR 300mln di euro per accelerare la transizione ecologica.

Tra i tanti obiettivi del PNRR c'è anche quello dello sviluppo della mobilità elettrica, nello specifico dei mezzi pubblici urbani a impatto 0, ai quali è riservato un fondo di 300mln di € a sostegno di un nuovo pacchetto di incentivi dedicati al rafforzamento della...

Sistemi di gestione dell’energia. Lo Standard ISO 50001: un valore aggiunto anche per la PA

Lo Standard ISO 50001: un valore aggiunto anche per la PALa ISO 50001 è stata progettata per consentire a qualsiasi organizzazione di perseguire, seguendo un approccio sistematico, il miglioramento continuo delle proprie prestazioni energetiche, tra cui: Migliorare...

Idrogeno e PNRR, la vera sfida della transizione energetica parte da qui

Toscana, Marche, Veneto, Basilicata, Emilia-Romagna, Molise, Piemonte e ora anche la Sardegna.E’ questa la task-force italiana delle regioni che hanno aderito alla manifestazione d’interesse del MITE per la mappatura dei siti industriali dismessi per la creazione di...

Arbolia e Comune di Vicenza hanno realizzato un bosco urbano

Vicenza, 18 febbraio 2022  Si consolida il progetto di Global Power Plus nel contribuire all'abbattimento della CO2 nelle aree urbane. Con il nuovo bosco urbano di Vicenza salgono a 1611 gli alberi messi a dimora in collaborazione con Arbolia, Società SNAM e...

Da GPS 250.000 euro per Wey Dolce

Supera quota 380.000 euro il round di Wey Lombardia, startup innovativa nata dalla joint venture tra InfinityHub e Cooperativa Sociale Società Dolce, con lo scopo di riqualificare energeticamente cinque immobili socio-sanitari di quest'ultima. Infatti, mentre...