Estate 2019: vacanze all’insegna del green

26 Ago 2019Sostenibilità

Com’è andata l’estate nel Bel Paese? Che mete hanno scelto gli Italiani?
Almeno uno su quattro ha scelto una vacanza all’insegna del green.
Questo è quanto emerge dal “Summer Vacation Destinations Report 2019“ l’indagine condotta da Tripadvisor su un campione di utenti selezionato.

In particolare il 26% degli italiani ha scelto viaggi green ponendo particolare attenzione al corretto riciclo dei rifiuti (62%) e alla cura delle aree naturali pubbliche e spiagge evitando di abbandonare l’immondizia (49%), a cui segue la scelta di contenere l’impatto ambientale dei trasporti utilizzati per raggiungere la destinazione (32%) e di optare per strutture di soggiorno eco-friendly (26%).

Tendenze queste, che erano già emerse a inizio 2019 dai trend estrapolati da Booking.com su 163 milioni di recensioni lasciate da 21.500 viaggiatori provenienti da 29 paesi, compresa l’Italia, dove l’86% dei viaggiatori afferma di essere disposta a impiegare parte del proprio tempo durante il viaggio in attività che controbilancino l’impatto ambientale del proprio soggiorno. Secondo Booking questo trend determinerà nuove sfide per le Amministrazioni Pubbliche e le strutture ricettive oltre a stimolare la crescita di startup che già si occupano di turismo sostenibile.

Ma la vera novità è che il 2019 è l’anno del Turismo Lento.
Dopo il 2016, Anno Nazionale dei Cammini, il 2017, Anno Nazionale dei Borghi e il 2018, Anno del Cibo Italiano, il 2019 sarà l’anno del turismo lento, che ha l’obiettivo di valorizzare i territori italiani meno conosciuti dal turismo internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile. A piedi, in bicicletta, a cavallo, con le ciaspole, a bordo di un treno che percorre ex tracciati ferroviari ad alta panoramicità, il turismo lento e sostenibile punta a valorizzare luoghi di rilevanza naturale, artistica, storica e culturale. E l’Italia è il luogo d’elezione per un turismo di queste caratteristiche che ha il pregio di governare i flussi turistici con equilibrio dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Il turismo lento, o turismo slow, è il turismo che “promuove la qualità e l’esperienza contrapponendosi al turismo di massa, veloce e di consumo che poco valorizza le tipicità di un luogo. Dunque è un’altra modalità di viaggiare, prevalentemente ecosostenibile, che coinvolge tempi, modi, luoghi, destinazioni, strutture dell’ospitalità, mezzi di trasporto.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Il Ruolo Cruciale dell’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

L'energy manager, un professionista chiave nell'ambito dell'efficienza energetica, trova il suo ruolo particolarmente strategico nel contesto della Pubblica Amministrazione (PA). Questa figura, emersa oltre trent'anni fa e consolidatasi nei settori industriali e nelle...

Innovazione o Illusione? Il Dibattito sul Primo Volo Transatlantico con “Carburante Verde”

Un’impresa pionieristica nel campo dell’aviazione si prepara a fare storia: Virgin Galactic prevede di attraversare l’Atlantico con un Boeing 787 alimentato esclusivamente da un mix di olii riciclati e prodotti vegetali. Tuttavia, questa mossa ha sollevato dubbi sulla...

Decreto CER: Un Passo Avanti nella Transizione Energetica

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato la pubblicazione di un decreto fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Questo provvedimento legislativo mira a stimolare la creazione e l’espansione delle Comunità Energetiche Rinnovabili...

2024: Rincari energetici? La speculazione sui prezzi non c’entra!

E’ bene chiarirlo subito e senza fraintendimenti. Nel 2024, la spesa energetica delle famiglie italiane è destinata a aumentare, ma non per scelta dei fornitori. Nulla a che vedere con le dinamiche del 2022 e le tensioni sui mercati che hanno fatto registrare prezzi...

Veronesi Protagonisti 2024: Luca De Rosa

"Crescere in modo sostenibile e coerente con i nostri valori, mettendo il Cliente al centro del nostro imprendere". L'Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power e Amministratore unico di Global Power Plus, si racconta in una intervista a Verona Network. Leggi...

Semaforo giallo sulla fine del mercato tutelato. L’Europa ci guarda.

L'ARERA (Autorità di Regolamentazione per l'Energia, Reti e l'Ambiente), operando in conformità alle disposizioni del recente decreto energia (181/23), ha deliberato il rinvio della scadenza di chiusura del Mercato Tutelato dell'elettricità per i clienti domestici non...

Industria 5.0: Il Ritorno dell’Umanità nel Cuore dell’Automazione

L'avvento dell'Industria 4.0 ha segnato una svolta radicale nella produzione manifatturiera, introducendo l'automazione intelligente e l'interconnessione tra macchine, sistemi e persone. Oggi, mentre ci avviciniamo all'orizzonte dell'Industria 5.0, assistiamo a un...

Da “Phase Out” a “Transitioning away”… Nella COP28 il compromesso sul fossile è un gioco di parole

Il 13 dicembre la presidenza della COP28 a Dubai ha annunciato l’approvazione dell’accordo sui nuovi impegni internazionali per affrontare il cambiamento climatico. Una decisione definitiva e all’unanimità che, tuttavia, ha lasciato aperti ancora molti interrogativi...

CityTree, la parete verde che combatte l’inquinamento assorbendo CO2

In un mondo sempre più preoccupato per l’inquinamento atmosferico, una soluzione innovativa si è affermata nelle città europee per migliorare la qualità dell’aria: i pannelli CityTree, conosciuti come “mangia-smog”, hanno dimostrato di essere altamente efficaci...

Incentivi alle Comunità Energetiche Rinnovabili: Approvazione da Parte di Bruxelles

La Commissione europea ha recentemente approvato il decreto italiano volto a incentivare la diffusione dell’autoconsumo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Questo significativo passo è stato accolto con grande soddisfazione dal Ministro dell’Ambiente e della...