Crisi energetica: cosa dobbiamo aspettarci

31 Ago 2022Mondo Energia

comunità energetiche

Trovata l’intesa in UE nell’ottica di una maggiore indipendenza dalle forniture russe. Rimandata in autunno la discussione sul price cap.

I Ministri dell’Energia dell’Unione Europea hanno trovato un accordo per ridurre i consumi di gas del 15%, sostenendo il fabbisogno energetico della Germania dopo una nuova drastica riduzione del delivery russo.

La decisione arriva dopo che il piano presentato la scorsa settimana in Commissione aveva incontrato forti critiche da parte di diversi membri, come Grecia e Spagna, rendendo quindi necessaria una revisione su due punti fondamentali: sarà il Consiglio UE e non più la Commissione a decidere su eventuali obiettivi vincolanti e l’obiettivo di riduzione del 15% verrà adattato alla situazione particolare di ciascun Paese, tenendo conto del livello di stoccaggio acquisito e dell’opportunità di esportare il gas risparmiato in altri Paesi.

“Oggi l’Unione Europea ha compiuto un passo decisivo per fronteggiare la minaccia di una completa interruzione del gas da parte di Putin. Accolgo con favore l’approvazione da parte del Consiglio europeo del regolamento sulle misure coordinate di riduzione della domanda di gas” ha commentato Ursula von der Leyen. “L’accordo politico raggiunto dal Consiglio a tempo di record, sulla base della proposta della Commissione Salvare il gas per un inverno sicuro presentata la scorsa settimana, garantirà una riduzione ordinata e coordinata del consumo di gas in tutta l’UE per prepararsi al prossimo inverno – ha proseguito la Presidente – Integra tutte le altre azioni intraprese fino ad oggi nel contesto di REPowerEU, in particolare per diversificare le fonti di approvvigionamento di gas, accelerare lo sviluppo delle energie rinnovabili e aumentare l’efficienza energetica”.

Price cap, ipotesi rimandata in autunno

“La Commissione sta valutando con urgenza le diverse possibilità di introdurre tetti di prezzo per il gas. A tal fine, gli Stati membri (e i partner internazionali, se del caso) saranno consultati e si riferirà in autunno con proposte specifiche, se necessario”. È quanto si evince dalla dichiarazione che la Commissione ha presentato a corredo dell’accordo sul piano per la riduzione della domanda di gas. L’esecutivo europeo dichiara, inoltre, che “porterà avanti il processo di valutazione d’impatto su come resistere alla futura eccessiva volatilità dei prezzi”.

Il Ministro Cingolani: “Entro l’inverno indipendenti dalle forniture russe”

Lo stoccaggio di gas in Italia “ha superato il 70%, stiamo andando verso il 71%, quindi direi che stiamo bene” ha commentato il ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani. “Riteniamo che entro l’inizio dell’inverno – ha poi aggiunto – saremo quasi indipendenti dalle forniture russe ed entro l’anno prossimo la situazione sarà piuttosto sicura, senza nessuna dipendenza russa. Questo significa che possiamo anche liberare un po’ di gas per coloro che sono meno interconnessi”.

Caro bollette energia: 120 mila aziende italiane rischiano di chiudere

Nel 2022 la spesa energetica del terziario si stima ammonterà a circa 33 miliardi di euro, tre volte rispetto al 2021. "Il nuovo governo dovrà dare risposte immediate" ha commentato Carlo Sangalli, Presidente di Confcommercio. Quanto emerge dalle stime di...

Mercato energia: continua l’impennata dei prezzi

Il termometro dei rincari energetici che ha fatto segnare a luglio un +63,47% di aumenti rispetto al mese di giugno sul prezzo della materia prima energia, ha confermato il trend al rialzo anche nel mese di agosto. Una tendenza preoccupante, soprattutto in vista...

Fotovoltaico portatile: sistemi plug&play e all-in-one

I sistemi con pannelli fotovoltaici portatili sono una soluzione semplice per avere un impianto completo senza investimenti elevati e con una modalità di installazione e utilizzo smart. In questo modo puoi contribuire ad abbattere i costi energetici della tua casa...

Verde urbano: una strategia per contrastare i cambiamenti climatici

Le metropoli e le grandi città di tutto il mondo sono un po’ come il “Centrale di Wimbledon”: il campo principale dove avrà luogo la partita più importante dei prossimi decenni, la salvaguardia dell’ambienteLa trasformazione verde delle città Rigenerazione urbana e...

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici… ma non per tutti

Estate rovente, condizionatori al massimo, bollette salate e un autunno alle porte all’insegna dei rincari energetici... ma non per tutti. E' il caso dei clienti GP+ che hanno scelto i servizi di Sostenibilità 360 e che hanno intrapreso un vero percorso di transizione...

Caro bollette: come risparmiare sui consumi estivi

Stiamo freschi… È arrivata l’estate e quando si parla di temperature l’essere umano sembra davvero non aver memoria. Ogni anno la stessa identica storia: “non ricordo estati così torride”, “mai fatto così caldo” e via dicendo. Quest’anno però c’è poco da scherzarci...

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...