Cop26: missione salvare la terra

8 Nov 2021Innovazione, Mondo Energia

cop26

Parte a Glasgow la Cop26, la conferenza delle Nazioni Unite che per due settimane vedrà i negoziatori al lavoro sui temi della crisi climatica. Il Regno Unito e l’Italia hanno assunto l’impegno di mettere il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità al centro dell’agenda multilaterale nel 2021, anche attraverso le presidenze di G7, G20 e COP 26.

“Dobbiamo fermare la devastazione delle foreste”, ha detto il Premier britannico Boris Johnson che ha formalizzato l’annuncio dell’impegno internazionale, con lo stanziamento dei 19.2 miliardi di dollari definito nel corso del G20, aprendo i lavori della seconda giornata della conferenza.

“L’iniziativa della Cop26 è molto molto importante’’ – ha sottolineato il Premier Mario Draghi in una conferenza stampa – ’’ traccia il percorso che dovremo intraprendere tutti insieme per dare risposta al problema che non possiamo risolvere da soli. Un singolo Paese non può rispondere a questi problemi e questa forse è la più importante iniziativa collettiva diretta a questo fine”.

johnson, draghi cop26

Il Premier italiano cita l’impegno dei Fridays for future e dei giovani, sottolineando quanto sia importante “ascoltarli e imparare da loro”. ‘’Negli ultimi anni i giovani hanno portato l’agenda climatica nel dibattito politico. Qui a Glasgow dobbiamo renderli orgogliosi. Durante il G20 a Roma abbiamo parlato dell’impatto del carbonio e dell’obiettivo di azzerarlo” – ribadisce il Premier Draghi – “ora dobbiamo accelerare il nostro impegno per contenere l’aumento della temperatura al di sotto di 1,5 gradi. Dobbiamo basarci sull’accordo del G20 e agire in modo più rapido e deciso”.

 “La crisi climatica è una minaccia alla stabilità dei sistemi finanziari’’ – afferma la Direttrice del Fondo Monetario Internazionale ed ex Commissario Europeo Kristalina Georgieva – ‘’Gli investimenti verdi invece possono generare 30 milioni di green jobs e un aumento del Pil globale del 2%”. Secondo le ultime previsioni di Unioncamere-Anpal, i posti di lavoro destinati alle professioni legate all’economia circolare superano il milione e mezzo di unità.

Non c’è dubbio che la Cop26 tracci il percorso che dovranno intraprendere tutti i paesi del mondo il prima possibile. Con la ripresa delle attività economiche, le emissioni sono tornate già oltre i livelli pre-Covid. Secondo gli esperti dell’Agenzia Internazionale dell’Energia, se le misure annunciate fino a oggi per la ripresa economica verranno attuate in modo completo e tempestivo le emissioni di anidride carbonica aumenteranno, raggiungendo un nuovo record nel 2023 per poi continuare a crescere anche in seguito. Gli sforzi verso una ripresa sostenibile permetteranno di limitare le emissioni di gas serra.

mario draghi al cop26

“Faremo quello che è necessario o faremo soffrire le future generazioni? – apre così il suo discorso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden – Questo è il decennio decisivo sul clima e la finestra si sta chiudendo rapidamente. Nella lotta ai cambiamenti climatici nessuno può farcela da solo, agire è nell’interesse di tutti – aggiunge – Dobbiamo investire nell’energia pulita ed è quello che faremo negli Usa, riducendo le emissioni entro il 2030”.

“Le generazioni future ci giudicheranno per ciò che otteniamo o che non riusciamo a raggiungere. Dobbiamo coinvolgerli, ascoltarli e, soprattutto, imparare da loro” – ha concluso il Premier italiano Draghi – ‘’Dobbiamo rafforzare i nostri sforzi sui fondi per il clima. Dobbiamo far lavorare insieme il settore pubblico e privato, in modi nuovi.’’

E sulle decine di trilioni di Euro per la transizione ecologica Boris Johnson chiude così il suo intervento: ‘’Abbiamo bisogno che tutte le banche multilaterali e in particolare la Banca mondiale condividano con il settore privato i rischi che il privato non si può permettere. Abbiamo bisogno di piattaforme”.

Fotovoltaico in condominio: c’è libertà d’azione

Il singolo condomino può montare pannelli su parti comuni dell’edificio senza dover ottenere l’ok dall’assemblea, a condizione, però, che l’impianto garantisca le condizioni di stabilità e sicurezza per il decoro architettonico del palazzo. La svolta arriva dalla...

Pnrr: 450 milioni per dare il via libera alla Hydrogen Valley

Sul sito del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica è stato pubblicato il decreto, da 450 milioni di euro, che dà il via libera alla costruzione di una valle dell'idrogeno. Questo investimento del Pnrr sostiene la produzione di idrogeno verde in aree...

Terna: il consumo di elettricità in Italia sarà di 316,8 TWh nel 2022

Domanda nazionale inferiore dell'1% rispetto al 2021, rinnovabili al 31% della domanda; la tendenza che ha caratterizzato gli ultimi mesi è proseguita a dicembre: -9,1% per tutti i consumi e -15% per gli usi industriali. Secondo i dati di Terna, che gestisce la rete...

C.E.R. – decreto di prossima emanazione

“Finalmente ci siamo. Il decreto attuativo delle Comunità Energetiche Rinnovabili è quasi pronto e sarà pubblicato nelle prossime settimane". Lo ha annunciato Vania Gava, Vice Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, in occasione del Forum dei consumatori...

Terna: Tyrrhenian link, il più grande progetto industriale italiano degli ultimi decenni

Il Tyrrhenian link è il progetto (targato TERNA) di trasmissione di energia sottomarina più importante al mondo totalmente Made in Italy. TERNA, guidata dall'amministratore delegato Stefano Donnarumma, investirà complessivamente 3,7 miliardi di euro (di cui 1,9...

Tetto al prezzo del gas, c’è l’accordo.

Quello del price cap è stato il tema più dibattuto negli ultimi mesi per l’avvento della crisi energetica. Ebbene l’Unione Europea, dopo mesi di discussione, con la quasi totalità dei membri, ha trovato la quadra politica. Lo ha fatto lunedì 19 dicembre, nel vertice...

Assemblea Anci 2022 – sintesi degli interventi di Ministri e Sottosegretari

Dal 22 al 24 novembre si è svolta l'Assemblea Annuale ANCI con un focus particolare sull'ideazione, la crescita e lo sviluppo di ambiziosi progetti e soluzioni che accrescano l’efficienza dei Comuni e il benessere dei cittadini. Riportiamo, in sintesi, gli interventi...

Cop27: la conferenza senza risposte

Si è conclusa pochi giorni fa la ventisettesima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite, la famigerata Cop27, tenutasi a Sharm el-Sheikh dal 6 al 20 novembre scorso. Com’è andata? Grande successo o clamoroso fallimento? I pareri di istituzioni, esperti e...

Comunità energetiche all’ultima curva

“Il decreto è pronto” La regolamentazione delle Comunità energetiche sta finalmente iniziando ad assumere lineamenti sempre più definiti. Un traguardo atteso da mesi che ora sembra davvero “a portata di mano”. Lo conferma lo stesso ministro dell’Ambiente e della...

Aiuti ter: il decreto che restituisce speranza

È del 17 novembre la notizia relativa la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del decreto Aiuti ter, il n. 144 del 2022, di cui potete trovare, a fondo pagina, il link che porta al testo coordinato. Il decreto contiene le misure approvate...