Bonus a sapersi

26 Ago 2019 | Mondo Energia

Forse non tutti sanno che… da dicembre 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale” sia per l’energia elettrica che per il gas. Si tratta di un regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici, erogata sotto forma di sconto applicato nella bolletta, ed è uno strumento introdotto dal Governo che ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa energetica annua.

Al bonus sociale possono accedere i clienti che rientrano in un determinato valore dell’Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) o in condizioni di salute tali da dover richiedere l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita, stimando circa 3 milioni di potenziali cittadini.

Nel corso degli ultimi 5 anni più di 2 milioni di famiglie hanno almeno una volta ottenuto il bonus per elettricità e/o gas, a cui dallo scorso anno è stato aggiunto anche quello per l’acqua.

Molte di queste famiglie, tuttavia, non hanno rinnovato la richiesta, riducendo il saldo attivo fra nuovi ingressi e mancati rinnovi.

Dagli approfondimenti svolti è emerso che le famiglie potenzialmente beneficiarie:

  • hanno un reddito netto equivalente medio pari al 40% della media nazionale;
  • sono in oltre il 70% dei casi a rischio di povertà e nel 40% dei casi in stato di povertà assoluta;
  • hanno maggiori problemi per riscaldare adeguatamente l’abitazione e sono più facilmente in ritardo con i pagamenti;
  • a conferma della limitata elasticità della spesa per energia rispetto al reddito, hanno un’incidenza delle spese per energia elettrica sul reddito più che doppia rispetto alla totalità delle famiglie sul territorio nazionale (3,2% vs 1,4%), mentre l’incidenza della spesa per gas è del 60% più alta (3,1% vs 1,9%);
  • hanno un’incidenza del bonus sulla spesa per elettricità pari al 15,8%, uguale a quella che avrebbero le famiglie escluse dal beneficio, mentre l’incidenza del bonus sulla spesa per il gas dei potenziali beneficiari risulta superiore a quella che avrebbero le famiglie escluse dal beneficio (23,2% verso 19,4%).
Ponendo in relazione la platea dei potenziali beneficiari con le caratteristiche delle famiglie che hanno effettivamente goduto del bonus è emerso che:

  • nel complesso solo il 34% degli aventi diritto al bonus elettrico e il 27% degli aventi diritto al bonus gas hanno effettivamente goduto del bonus;
  • a parità di altre condizioni, ed in particolare a parità della dimensione della famiglia, essendo l’incidenza del bonus decrescente con la spesa effettiva, risulta che le famiglie con spesa elevata per energia elettrica sono meno incentivate a chiedere il bonus, tale comportamento non si osserva invece con riferimento al gas;
  • laddove la popolazione è più povera e meno istruita l’erogazione del bonus è richiesta da un numero inferiore di aventi diritto;
  • la variabilità regionale del rapporto tra beneficiari ed aventi diritto non è correlata con l’incidenza della spesa energetica.

Per maggiori informazioni > www.globalpower.it/bonus-sociale/

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Global Power cresce del 50%: verso i 243 milioni di fatturato

Leggi l'articolo in pdf de l'Arena, uscito il 10 Febbraio 2020: > Clicca qui Leggi le altre News Virtuose

Global Power si conferma fra le 50 Aziende Top del tessuto imprenditoriale veronese

Per il 5° anno consecutivo Global Power si conferma fra le 50 Aziende Top del tessuto imprenditoriale veronese. A certificarlo è l’indagine compiuta da Gruppo Athesis, Università di Verona e PwC, che ha fotografato lo stato di salute delle imprese delle province di...

La fine della maggior tutela slitta al 2022

Il primo gennaio 2022 gli utenti di forniture energetiche che ancora non saranno passati al libero mercato dovranno completare il trasferimento. La Commissione Bilancio del Senato ha fatto slittare dal 1 luglio 2020 al 1 gennaio 2022 il termine ultimo per consentire...

BlackRock sempre più green

Il colosso dei fondi di investimento ha deciso di varare una nuova strategia finanziaria, penalizzando le società quotate che non si riconvertiranno al verde. BlackRock annuncia un cambio di rotta del suo business puntando sul green ed entrando a far parte della...

Green New Deal, l’Unione Europea investirà nelle regioni che affronteranno le sfide più grandi

Presentato a Strasburgo il Just Transition Fund, cento miliardi di euro per affrontare le problematiche economiche e sociali della transizione alla green economy. Il nostro Paese punta a richiedere 4 miliardi di euro per Sardegna, Lombardia, Piemonte ed ex Ilva. Il...

Digital Green Economy

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su Leggi le altre News Virtuose

Buone Feste da Global Power

Leggi le altre News Virtuose

Conferenza sul clima: COP25 a Madrid dal 2 al 13 dicembre

I cambiamenti climatici al centro di COP25, il vertice sul clima organizzato dalle Nazioni Unite, che si tiene proprio in questi giorni a Madrid, durante il quale 196 tra Capi di Stato e delegazioni affrontano alcune tematiche di interesse mondiale, come la riduzione...

La rivoluzione energetica? La farà la tecnologia

Sarà la tecnologia a rivoluzionare il mix energetico. E c’è il rischio che la politica non tenga il passo dell’innovazione. Ecco la sintesi del nuovo Energy Transition Outlook di DNV GL. Che vede nel calo dei costi delle tecnologie e nella spinta delle forze di...

Le auto elettriche in Europa triplicheranno entro il 2021 – Rapporto

Dopo diversi anni di timida crescita, le case automobilistiche dell'Unione Europea offriranno 214 modelli di auto elettriche nel 2021, rispetto ai 60 disponibili oggi, secondo i dati della fonte industriale IHS Markit. L'analisi, pubblicata dalla ONG con sede a...