Agricoltura 4.0: nasce “Io Coltivo Italia”

4 Nov 2020Sostenibilità

L’innovazione non risparmia nemmeno l’agricoltura.
E per fortuna…vien da dire.

“Io Coltivo Italia” è un’associazione, presieduta da Michele Ferraro, nata in Italia dall’impegno di ricercatori e biologi nel raggiungere i massimi standard a livello nazionale e mondiale nella produzione ortofrutticola biologica. La sfida è quella di una riscoperta della tradizione ma in chiave 4.0, promuovendo l’eccellenza alimentare nazionale e il contemporaneo ritorno alla terra, rispettando i valori inviolabili di un’agricoltura sana e naturale.

Il progetto agricolo associativo vuole valorizzare i prodotti Made in Italy, promuovendo un’economia sostenibile e di qualità attraverso l’utilizzo di una piattaforma (https://io-coltivo-italia.web.app) con cui sarà possibile associarsi (con 90€ annui) ed adottare un lotto di 50mq di terra, seguendo la crescita del proprio orto attraverso delle webcam dedicate, ordinando frutta e verdura tramite App per il consumo domestico.

Le serre si trovano nel cuore d’Italia: Agro Pontino, Cilento, Sicilia. Sono in tutto 200 ettari di ortofrutta che seguiranno il ciclo naturale della stagionalità, garantendo tracciabilità, qualità e italianità sulle tavole dei consumatori. Una nota dei giovani creatori spiega, infatti, che ”a garantire la bontà di prodotti 100% italiani e realmente naturali sarà BluDev, un sistema innovativo che consentirà di mappare e tracciare gli elementi organici durante il loro ciclo di vita e poterne riconoscere sempre l’origine, la tipologia ed il carattere”. La tecnologia consentirà di creare una “bio-impronta digitale” per ogni prodotto, diventandone un identificatore univoco sfruttando i paradigmi della blockchain, a livello distributivo, di sicurezza e di immutabilità.

Sviluppando un’economia alimentare sostenibile e di qualità sarà possibile gestire una filiera di ortofrutta Italiana, creando benefici all’intera linea produttiva nazionale e riducendo sprechi e importazioni fuori stagione.

L’Agricolutura 4.0 concede l’opportunità di riavvicinare gli esseri umani alla natura, garantendo prodotti sani e biologici, rappresentando un nuovo settore in cui gli investitori green potranno fare business e un nuovo campo in cui i giovani avranno la possibilità di creare a accrescere nuove e rinnovate professionalità.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Comunità Energetiche e Comuni

Il 26 dicembre entra in vigore il decreto legislativo che attua la direttiva europea 2019/944 sulle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica. Questo rende possibile in Italia la realizzazione di progetti di comunità energetiche per produrre energia...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

In Italia l’aria irrespirabile arriva la condanna dalla parte dell’EU

In Italia l’aria è troppo inquinata. Nelle grandi città come Torino, Milano, Firenze, Roma e Genova hanno rivelato un alto livello di quantità di biossido d’azoto in atmosfera. Questo elemento è inquinante e nocivo per la salute dell’uomo. Ed è proprio per non aver...

BONUS 110%: a Verona 5 condomini si rifanno il look con noi!

Sono ben oltre 70 i condomini nella pipeline di Global Power S.p.A. (General Contractor) e Global Power Service E.S.Co. (Energy Service Company) che, grazie all’Ecobonus 110%, potranno garantirsi il salto di due classi energetiche e migliorare le proprie performance...

PNRR: energia, al via i progetti delle isole italiane

Le isole italiane diventano più sostenibili: sono 140 i progetti di sviluppo sostenibile presentati dai 13 Comuni in risposta al bando PNRR “Isole Verdi”.Lo rende noto il Ministero della Transizione ecologica ricordando che gli interventi, per un valore complessivo...

Rinnovabili: un passo indietro per guardare avanti

Reperimento di Gas in giro per il mondo, nuovi rigassificatori, riapertura delle centrali a carbone: la strada tracciata dal governo Draghi per uscire dalla dipendenza del gas russo è fossile. Un paradosso? Il tempo sentenzierà…Nel frattempo, con gli ultimi due...

De Rosa: ”Ridurre la dipendenza con i rigassificatori, le rinnovabili e normative più snelle”

“Non c’è alcun motivo logico e razionale per cui il costo dell’energia debba crescere in modo così sproporzionato: i russi non hanno chiuso le forniture, anzi, ci si finanziano la guerra all’Ucraina. L’aumento è legato sia alla speculazione che al timore di ciò che...

Tra energia e digitalizzazione: come cambiano le nostre Cantine

Vinitaly 2022, Il confronto tra l’Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power S.p.A e l’Amm. Unico di Global Power Plus e Francesco Masini, responsabile marketing e comunicazione di Vecomp, moderato da Luca Mantovani, Capodirettore di L’Arena. Sostenibilità,...

GPS sponsor di IBIMI – buildingSMART Italy

Il 19 maggio la nostra consociata Global Power Service E.S.Co. sarà presente in veste di sponsor alla 5° Edizione della Conferenza Nazionale IBIMI – buildingSMART Italy, patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma, a conferma del crescente interesse delle...

GP+ e GPS partner per la transizione energetica

Global Power Plus e la consociata Global Power Service E.S.Co. supportano privati e aziende nella transizione energetica, promuovendo, tra gli altri servizi, l’installazione di sistemi fotovoltaici. Negli ultimi anni è cresciuto il numero di imprese e cittadini che...