Agricoltura 4.0: nasce “Io Coltivo Italia”

4 Nov 2020Sostenibilità

L’innovazione non risparmia nemmeno l’agricoltura.
E per fortuna…vien da dire.

“Io Coltivo Italia” è un’associazione, presieduta da Michele Ferraro, nata in Italia dall’impegno di ricercatori e biologi nel raggiungere i massimi standard a livello nazionale e mondiale nella produzione ortofrutticola biologica. La sfida è quella di una riscoperta della tradizione ma in chiave 4.0, promuovendo l’eccellenza alimentare nazionale e il contemporaneo ritorno alla terra, rispettando i valori inviolabili di un’agricoltura sana e naturale.

Il progetto agricolo associativo vuole valorizzare i prodotti Made in Italy, promuovendo un’economia sostenibile e di qualità attraverso l’utilizzo di una piattaforma (https://io-coltivo-italia.web.app) con cui sarà possibile associarsi (con 90€ annui) ed adottare un lotto di 50mq di terra, seguendo la crescita del proprio orto attraverso delle webcam dedicate, ordinando frutta e verdura tramite App per il consumo domestico.

Le serre si trovano nel cuore d’Italia: Agro Pontino, Cilento, Sicilia. Sono in tutto 200 ettari di ortofrutta che seguiranno il ciclo naturale della stagionalità, garantendo tracciabilità, qualità e italianità sulle tavole dei consumatori. Una nota dei giovani creatori spiega, infatti, che ”a garantire la bontà di prodotti 100% italiani e realmente naturali sarà BluDev, un sistema innovativo che consentirà di mappare e tracciare gli elementi organici durante il loro ciclo di vita e poterne riconoscere sempre l’origine, la tipologia ed il carattere”. La tecnologia consentirà di creare una “bio-impronta digitale” per ogni prodotto, diventandone un identificatore univoco sfruttando i paradigmi della blockchain, a livello distributivo, di sicurezza e di immutabilità.

Sviluppando un’economia alimentare sostenibile e di qualità sarà possibile gestire una filiera di ortofrutta Italiana, creando benefici all’intera linea produttiva nazionale e riducendo sprechi e importazioni fuori stagione.

L’Agricolutura 4.0 concede l’opportunità di riavvicinare gli esseri umani alla natura, garantendo prodotti sani e biologici, rappresentando un nuovo settore in cui gli investitori green potranno fare business e un nuovo campo in cui i giovani avranno la possibilità di creare a accrescere nuove e rinnovate professionalità.

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo su

Leggi le altre News Virtuose

Il Ruolo Cruciale dell’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

L'energy manager, un professionista chiave nell'ambito dell'efficienza energetica, trova il suo ruolo particolarmente strategico nel contesto della Pubblica Amministrazione (PA). Questa figura, emersa oltre trent'anni fa e consolidatasi nei settori industriali e nelle...

Innovazione o Illusione? Il Dibattito sul Primo Volo Transatlantico con “Carburante Verde”

Un’impresa pionieristica nel campo dell’aviazione si prepara a fare storia: Virgin Galactic prevede di attraversare l’Atlantico con un Boeing 787 alimentato esclusivamente da un mix di olii riciclati e prodotti vegetali. Tuttavia, questa mossa ha sollevato dubbi sulla...

Decreto CER: Un Passo Avanti nella Transizione Energetica

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato la pubblicazione di un decreto fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Questo provvedimento legislativo mira a stimolare la creazione e l’espansione delle Comunità Energetiche Rinnovabili...

2024: Rincari energetici? La speculazione sui prezzi non c’entra!

E’ bene chiarirlo subito e senza fraintendimenti. Nel 2024, la spesa energetica delle famiglie italiane è destinata a aumentare, ma non per scelta dei fornitori. Nulla a che vedere con le dinamiche del 2022 e le tensioni sui mercati che hanno fatto registrare prezzi...

Veronesi Protagonisti 2024: Luca De Rosa

"Crescere in modo sostenibile e coerente con i nostri valori, mettendo il Cliente al centro del nostro imprendere". L'Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power e Amministratore unico di Global Power Plus, si racconta in una intervista a Verona Network. Leggi...

Semaforo giallo sulla fine del mercato tutelato. L’Europa ci guarda.

L'ARERA (Autorità di Regolamentazione per l'Energia, Reti e l'Ambiente), operando in conformità alle disposizioni del recente decreto energia (181/23), ha deliberato il rinvio della scadenza di chiusura del Mercato Tutelato dell'elettricità per i clienti domestici non...

Industria 5.0: Il Ritorno dell’Umanità nel Cuore dell’Automazione

L'avvento dell'Industria 4.0 ha segnato una svolta radicale nella produzione manifatturiera, introducendo l'automazione intelligente e l'interconnessione tra macchine, sistemi e persone. Oggi, mentre ci avviciniamo all'orizzonte dell'Industria 5.0, assistiamo a un...

Da “Phase Out” a “Transitioning away”… Nella COP28 il compromesso sul fossile è un gioco di parole

Il 13 dicembre la presidenza della COP28 a Dubai ha annunciato l’approvazione dell’accordo sui nuovi impegni internazionali per affrontare il cambiamento climatico. Una decisione definitiva e all’unanimità che, tuttavia, ha lasciato aperti ancora molti interrogativi...

CityTree, la parete verde che combatte l’inquinamento assorbendo CO2

In un mondo sempre più preoccupato per l’inquinamento atmosferico, una soluzione innovativa si è affermata nelle città europee per migliorare la qualità dell’aria: i pannelli CityTree, conosciuti come “mangia-smog”, hanno dimostrato di essere altamente efficaci...

Incentivi alle Comunità Energetiche Rinnovabili: Approvazione da Parte di Bruxelles

La Commissione europea ha recentemente approvato il decreto italiano volto a incentivare la diffusione dell’autoconsumo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Questo significativo passo è stato accolto con grande soddisfazione dal Ministro dell’Ambiente e della...