Da “Phase Out” a “Transitioning away”… Nella COP28 il compromesso sul fossile è un gioco di parole

8 Gen 2024Sostenibilità

comunità energetiche

Il 13 dicembre la presidenza della COP28 a Dubai ha annunciato l’approvazione dell’accordo sui nuovi impegni internazionali per affrontare il cambiamento climatico. Una decisione definitiva e all’unanimità che, tuttavia, ha lasciato aperti ancora molti interrogativi su modi e tempi di attuazione.

Il testo menziona esplicitamente la necessità di “allontanarsi gradualmente” dall’uso dei combustibili fossili per la produzione di energia, tuttavia, la formulazione è decisamente più debole rispetto alle richieste degli attivisti ambientalisti e di alcuni paesi, che avrebbero preferito l’espressione “phase out” (abbandonare) anziché “transitioning away” (allontanarsi gradualmente).

Condividiamo, quindi, le molte preoccupazioni scaturite, concentrandoci soprattutto sulle falle che potrebbero, da un lato, consentire l’abbandono graduale dei combustibili fossili, sollevando dall’altro interrogativi cruciali sulla concreta disponibilità di provvedimenti politici, strutturali e finanziari realmente attuabili nei tempi dettati dagli studi scientifici, per trovare una comune e rapida azione nel limitare l’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C.

Dando seguito alle dichiarazioni di personalità e organizzazioni dell’attivismo geo climatico, possiamo definire il nuovo accordo come il “minimo indispensabile”, sottolineando la presenza di misure parziali e scappatoie dettate dall’ancora grande influenza dei Paesi petroliferi.

Una delle principali debolezze del nuovo testo riguarda la questione finanziaria. In molti ritengono che manchino “solide garanzie” per il sostegno finanziario ai Paesi in via di sviluppo nella loro transizione verso le energie rinnovabili. Nonostante il riconoscimento dell’immensa carenza finanziaria nella lotta ai cambiamenti climatici, i risultati finali non obbligano le nazioni ricche ad adempiere alle proprie responsabilità finanziarie, che ammontano a centinaia di miliardi e rimangono inadempiute. L’approvazione del Loss and Damage Fund (fondo per le perdite e i danni climatici) è, infatti, un compromesso fragile, sottoscritto da poche nazioni (tra cui l’Italia con 100 mil) e assolutamente provvisorio, che richiederà una rinegoziazione già nel 2026.

Se pensiamo, infine, che reintrodurre la menzione esplicita del nucleare e delle tecnologie di rimozione e cattura della CO2 siano bastevoli nella lotta al #climatechange e nel percorso di abbandono dei combustibili fossili, stiamo tutti prendendo un grande abbaglio, affetti da una distrazione di massa che insegue scappatoie senza affrontare mai, concretamente, il nucleo della questione.

Insomma, come molti auspichiamo il superamento dei semplici “appelli” e degli inutili “giochi lessicali”, preferendo di gran lunga la formulazione di vincoli formali per i governi, ovviamente all’insegna della reale sostenibilità a 360°.

Attribuzione immagine di copertina > IAEA Imagebank, CC BY 2.0 <https://creativecommons.org/licenses/by/2.0>, via Wikimedia Commons
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/a5/Net_Zero_Nuclear_Event%2C_at_COP_28%2C_the_United_Nations_Climate_Change_Conference_UNCCC_held_at_the_Expo_City_Dubai%2C_United_Arab_Emirates_on_2_December_2023_-_30.jpg

Il Ruolo Cruciale dell’Energy Manager nella Pubblica Amministrazione

L'energy manager, un professionista chiave nell'ambito dell'efficienza energetica, trova il suo ruolo particolarmente strategico nel contesto della Pubblica Amministrazione (PA). Questa figura, emersa oltre trent'anni fa e consolidatasi nei settori industriali e nelle...

Innovazione o Illusione? Il Dibattito sul Primo Volo Transatlantico con “Carburante Verde”

Un’impresa pionieristica nel campo dell’aviazione si prepara a fare storia: Virgin Galactic prevede di attraversare l’Atlantico con un Boeing 787 alimentato esclusivamente da un mix di olii riciclati e prodotti vegetali. Tuttavia, questa mossa ha sollevato dubbi sulla...

Decreto CER: Un Passo Avanti nella Transizione Energetica

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha annunciato la pubblicazione di un decreto fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Questo provvedimento legislativo mira a stimolare la creazione e l’espansione delle Comunità Energetiche Rinnovabili...

2024: Rincari energetici? La speculazione sui prezzi non c’entra!

E’ bene chiarirlo subito e senza fraintendimenti. Nel 2024, la spesa energetica delle famiglie italiane è destinata a aumentare, ma non per scelta dei fornitori. Nulla a che vedere con le dinamiche del 2022 e le tensioni sui mercati che hanno fatto registrare prezzi...

Veronesi Protagonisti 2024: Luca De Rosa

"Crescere in modo sostenibile e coerente con i nostri valori, mettendo il Cliente al centro del nostro imprendere". L'Ing. Luca De Rosa, Presidente di Global Power e Amministratore unico di Global Power Plus, si racconta in una intervista a Verona Network. Leggi...

Semaforo giallo sulla fine del mercato tutelato. L’Europa ci guarda.

L'ARERA (Autorità di Regolamentazione per l'Energia, Reti e l'Ambiente), operando in conformità alle disposizioni del recente decreto energia (181/23), ha deliberato il rinvio della scadenza di chiusura del Mercato Tutelato dell'elettricità per i clienti domestici non...

Industria 5.0: Il Ritorno dell’Umanità nel Cuore dell’Automazione

L'avvento dell'Industria 4.0 ha segnato una svolta radicale nella produzione manifatturiera, introducendo l'automazione intelligente e l'interconnessione tra macchine, sistemi e persone. Oggi, mentre ci avviciniamo all'orizzonte dell'Industria 5.0, assistiamo a un...

CityTree, la parete verde che combatte l’inquinamento assorbendo CO2

In un mondo sempre più preoccupato per l’inquinamento atmosferico, una soluzione innovativa si è affermata nelle città europee per migliorare la qualità dell’aria: i pannelli CityTree, conosciuti come “mangia-smog”, hanno dimostrato di essere altamente efficaci...

Incentivi alle Comunità Energetiche Rinnovabili: Approvazione da Parte di Bruxelles

La Commissione europea ha recentemente approvato il decreto italiano volto a incentivare la diffusione dell’autoconsumo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Questo significativo passo è stato accolto con grande soddisfazione dal Ministro dell’Ambiente e della...

Inquinamento del Suolo: Origini e Sostanze Nocive Principali

Negli ultimi decenni, c'è stata una crescente consapevolezza dell'importanza di proteggere l'ambiente e di prendere misure per prevenire l'inquinamento. Questo ha portato alcuni paesi a introdurre regolamenti più rigorosi sulle produzioni e lo smaltimento dei rifiuti....